Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Duzzi, spaccata notturna al negozio di alimentari, la decima volta.

12 Marzo 2017

Autore:

Bolzano. Duzzi, spaccata notturna al negozio di alimentari, la decima volta.

La telecamera di sorveglianza non ha funzionato, certamente non un caso.

È esasperato Dado Duzzi, vicepresidente dell’Unione Commercio, presidente per molti anni dell’Azienda di Soggiorno dai ripetuti furti al suo negozio in via Castel Roncolo. L’ultimo è successo la notte tra venerdì e sabato, ed è l’ennesima volta, per la precisione più di dieci volte ormai . Danni ingenti, merce, soldi, vetri spaccati, strutture da rinnovare. “Devo quantificare i danni, ma sono diverse migliaia di Euro – spiega – sconsolato Duzzi – due volte sono anche venuti a mano armata.“ Il precedente furto con scasso, dopo un tentativo di furto nell’agosto 2016, Duzzi l’ha subito lo scorso 22 dicembre, ma non ricorda che quali conseguenze ebbero a subire i ladri. Questo, infatti è l’aspetto che lo preoccupa maggiormente. “Bisogna cambiare le norme da applicare ai malviventi, così non si può più andare avanti.” Il negozio non era protetto dalle telecamere perché col furto dello scorso dicembre era stato danneggiato il sistema della videosorveglianza, probabilmente col distacco della telecamera. Dado Duzzi ricorda al sindaco che le telecamere che il Comune si appresta ad installare devono servire a tutta la città, anche alle zone tranquille, come la zona molto isolata di via Weggenstein, via Beato Arrigo, Via Castel Roncolo, dove è situato il suo esercizio. Se ci fosse stata una telecamera a riprendere la scena e dai monitor della centrale i vigili l’avessero vista, le cose sarebbero andate diversamente. Ciò che angustia particolarmente il responsabile dell’Unione commercio è la forte sensazione di insicurezza che avvertono i cittadini. “Siamo in balia della delinquenza perché le norme sono inadeguate ai tempi che stiamo vivendo. Ed io come privato cittadino non mi sento più tutelato perché i malviventi hanno l’assoluta certezza dell’impunità.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *