Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Una cittadina vede due uomini che sfondano la finestra di un bar e chiama il 113.

16 Marzo 2017

author:

Bolzano. Una cittadina vede due uomini che sfondano la finestra di un bar e chiama il 113.

Furto in via Macello sventato dall’intervento della Polizia. Altri due interventi nel corso della notte.

Fermati due ladri la notte scorsa – 15 marzo – che dopo aver sfondato una finestra sono penetrati in un bar di via Macello. A chiamare la Polizia è stata una cittadina straniera che aveva visto i due sfondare la finestra con una sorta di piede di porco. Giunti sul posto, gli uomini della Volante si sono trovati di fronte uno dei due uomini che alla vista della Polizia stava tentando di fuggire. Non riuscendovi, ha estratto di tasca un grosso coltello ed ha iniziato a brandirlo verso i poliziotti sperando in tal modo di evitare la cattura. Inutili gli inviti degli agenti a gettare il coltello, finché lo hanno immobilizzato e disarmato.

Entrati nel bar, gli agenti hanno trovato il complice che tentava di nascondersi con parte della refurtiva ancora in mano. Sottoposti a perquisizione, i due sono stati trovati in possesso di parecchio denaro, tre blocchetti contenenti buoni pasto, una tessera bancomat e un profilato metallico ripiegato a mo’ di piede di porco, oltre al coltello usato per minacciare gli operatori. Ventiduenne e cittadino del Mali uno, e l’altro tunisino trentenne, entrambi senza fissa dimora sul territorio italiano e con precedenti, sono stati arrestati e tradotti presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sempre nella notte, la Squadra Volante ha arrestato, in flagranza di reato, un quarantottenne kosovaro. Transitando per via Goethe, gli agenti hanno notato che la serranda di un negozio della zona era aperta. Controllata la situazione, hanno visto  due uomini che armeggiavano con un cacciavite nei pressi della porta di ingresso del negozio.

Quando hanno visto la Polizia, entrambi hanno tentato di fuggire, ma uno è stato fermato e identificato. L’uomo si era appena disfatto di una chiave inglese, recuperata e sequestrata. Nel corso degli accertamenti è emerso che l’arrestato aveva numerosi precedenti per furto. È stato quindi tradotto presso le carceri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Proseguono le indagini per rintracciare il complice..

Infine, ancora nel corso della scora notte, la Volante ha fermato in via Duca d’Aosta un giovane 21enne di origini marocchine, in evidente stato etilico.. Nel corso degli accertamenti per l’identificazione, ha ripetutamente insultato e minacciato gli operatori, brandendo anche un cavatappi con lama aperta, e prendendo a pugni l’autovettura di servizio e i poliziotti prima che riuscissero a immobilizzato. È  stato quindi condotto presso gli uffici della questura di largo Palatucci. Gli sono stati imposti gli arresti domiciliari per resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *