Cronaca Esteri

Bolzano. Due esperti rapinatori arrestati grazie alla collaborazione delle polizie italiana, austriaca, svizzera e francese

7 Febbraio 2017

author:

Bolzano. Due esperti rapinatori arrestati grazie alla collaborazione delle polizie italiana, austriaca, svizzera e francese

Rapinatori seriali e armati assicurati alla giustizia.

Ambedue residenti in Lombardia, un 42enne di Varese e un 48enne di Como che compivano rapine a ripetizione tra Austria, Francia e Svizzera sono ora in carcere ad Innsbruck dove saranno processati per rapina. Rocambolesche le loro azioni, che grazie alla collaborazione transfrontaliera delle Polizie di quattro Paesi, di Italia, Austria, Svizzera e Francia sono stati assicurati alla giustizia. Ieri al commissariato del Brennero il dirigente della squadra mobile di Bolzano Giuseppe Tricarico ha illustrato le fasi dell’operazione in una conferenza stampa congiunta con la polizia austriaca. L’11 gennaio in una banca di Innsbruck era stata compiuta una rapina i cui autori erano riusciti a fuggire con un maltolto di 30 mila Euro. Successivamente un poliziotto austriaco aveva notato una Lancia Lybra che gli era parsa sospetta, ne aveva rilevato il numero di targa e comunicato alla questura di Bolzano che a sua volta lo ha diramato ai commissariati di frontiera. Dalle indagini è risultato che la Lancia era stata usata da un 48enne già condannato per rapina che con un complice 42enne aveva commesso due rapine in dicembre in Canton Ticino . Dai riscontri fotografici fatti dai rilievi forniti da una telecamera posta davanti alla banca dove era avvenuta la rapina ad Innsbruck è risultato che i rapinatori dei due colpi in Canton Ticino erano gli stessi  della rapina a Innsbruck. Sono stati rintracciati e arrestati il 13 gennaio in un paese della Francia in prossimità del confine e il 26 gennaio estradati ad Innsbruck dove ora si trovano in carcere in attesa di essere processati.

I due sono anche accusati di una tentata rapina in una banca a Molinazzo di Monteggio, in Canton Ticino il 5 dicembre e di una rapina nello stesso Cantone svizzero un una stazione di servizio.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *