Politica Ultime Notizie

Villa Mathilda, vice Sindaco di Bolzano Christoph Baur prende posizione in merito all’articolo pubblicato dal quotidiano Alto Adige

15 Settembre 2016

author:

Villa Mathilda, vice Sindaco di Bolzano Christoph Baur prende posizione in merito all’articolo pubblicato dal quotidiano Alto Adige

Infondate le accuse al Comune di immobilismo e mancata vigilanza sui lavori in corso.

In riferimento all’articolo pubblicato sull’edizione odierna del quotidiano “Alto Adige”, avente per oggetto i lavori di realizzazione dell’edificio “Villa Mathilda”, contestato intervento di edilizia privata in fase di ultimazione tra via Cesare Battisti e via Virgilio, il vice Sindaco e Assessore all’Urbanistica del Comune di Bolzano Christoph Baur, respinge in maniera categorica le accuse rivolte al Comune di immobilismo, mancata trasparenza, vigilanza e controllo sui lavori in corso.

Pubblichiamo la presa di posizione del vice Sindaco Christoph Baur.

“Premesso che la vicenda risulta particolarmente complessa e intricata, giova ricordare e sottolineare che in via preliminare, tutte le questioni diverse dalle distanze, sono state superate con sentenza definitiva del TAR (369/2015) dove erano parte anche i signori di cui l’Arch. Gaballo dice di essere il CTP e con delibera della Provincia (nr. 350 del 5/4/16) approvata a conclusione di apposito procedimento (ex art. 105 L.P. ), pure notificata ad uno dei vicini parte in causa (sig. Colli).
Per quanto riguarda invece le problematiche inerenti le distanze legali, si ricorda che il Comune di Bolzano come ultimo atto in ordine temporale, ha emesso un provvedimento di annullamento in via di autotutela parziale della concessione edilizia rilasciata, limitatamente alle distanze tra edifici/balconi sul lato nord, facendo presente che gli altri parametri edilizi erano corretti e dandone per altro immediata comunicazione alla soc. costruttrice (RGS), oltre che al legale dei vicini (Avv. Igor Janes) . Tale provvedimento è stato impugnato al TAR senza sospensiva. I lavori, limitatamente alla parte relativa ai balconi, sono stati bloccati alla data di emissione del provvedimento (03/05/16) mentre l’udienza di merito al TAR è fissata per il 14 dicembre.
Il Comune di Bolzano pertanto ha agito e sta agendo nei limiti delle possibilità concesse da norme e procedure. Si ricorda che la pratica è stata attentamente valutata dagli uffici preposti con la situazione venutasi a creare ascrivibile solo ed unicamente alla grande incertezza normativa che caratterizzava e caratterizza il regime delle distanze in provincia di Bolzano, con le stesse norme sulle distanze minime derogabili che hanno subito profonde modificazioni interpretative dal momento del primo rilascio della concessione edilizia per Villa Mathilda ad oggi e ciò non certo per volontà del Comune di Bolzano, poiché la concessione edilizia iniziale è stata rilasciata in forza di pareri legali dell’amministrazione provinciale.
Si ribadisce infine che sono completamente destituite di fondamento le affermazioni riportate sulla stampa secondo le quali “il Comune non avrebbe mai risposto, ne agito”. Il potere/dovere di vigilanza sul cantiere da parte del Comune (attraverso l’Ufficio Controllo Costruzioni) è sempre stato esercitato, nei modi e nei termini concessi dalla situazione tenuto conto dei provvedimenti giudiziari, così come sono sempre stati messi a disposizione documenti e incartamenti richiesti e fornite risposte alle domande poste”.

In foto: Christoph Baur

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *