Cultura & Società Ultime Notizie

Un giardino per innamorarsi al Trauttmansdorff

21 Maggio 2016

author:

Un giardino per innamorarsi al Trauttmansdorff

Uno scorcio del nuovo “Giardino degli Innamorati” al Trauttmansdorff (foto: Usp/Giardini di castel Trauttmansdorff).

È stato inaugurato nei Giardini di castel Trauttmansdorff e in occasione dei festeggiamenti per i quindici anni della struttura, il nuovo “Giardino degli Innamorati”.

I Giardini di castel Trauttmansdorff hanno inaugurato ufficialmente in occasione del loro 15° compleanno, il “Il Giardino degli Innamorati”, che si trova al di sopra della piattaforma panoramica di Matteo Thun. Il cuore dell’area è costituito da tre padiglioni, disposti a guisa di giganteschi mazzi di fiori che sbocciano da uno specchio d’acqua. Qui, i visitatori possono celebrare un rituale suddiviso in tre fasi: l’abbandono, la promessa e l’eternità.

Nella nuova area dei Giardini, inoltre, le piante, l’allestimento e l’interazione umana si incontrano, congiunti dal tema universale dell’amore. “Il Giardino degli Innamorati simboleggia la visione e il lavoro che stanno dietro al progetto di successo di Trauttmansdorff”, ha detto l’assessore provinciale Arnold Schuler.

“Volevamo approfittare del fascino dei Giardini per offrire agli ospiti impagabili scorci del paesaggio naturale e culturale circostante” ha sottolineato nel corso della cerimonia d’inaugurazione Heike Platter, direttrice marketing dei Giardini.

Inaugurati nel 2001, dopo sette anni di costruzione, oggi i Giardini di Castel Trauttmansdorff sono la meta turistica più amata dell’Alto Adige. Per il loro straordinario connubio tra natura, cultura ed arte e per lo spirito innovativo che li caratterizza, i Giardini hanno ottenuto vari riconoscimenti, tra cui pochi anni fa quello di “Giardino Internazionale dell’Anno 2013” alla International Garden Tourism Conference di Toronto in  Canada.

Secondo il motto “Giardini in movimento”, il paesaggio dei Giardini muta di settimana in settimana. E ogni anno nuove attrazioni si aggiungono a quelle già esistenti nel parco.

L’assessore provinciale Arnold Schuler giudica molto positivamente la nuova attrazione e guarda con fiducia alle sfide nell’ambito del Garden Tourism: “Siamo stati in grado di raggiungere l’attuale capacità di circa 400.000 visitatori, residenti e turisti, e fino ad oggi siamo anche stati in grado di mantenere queste cifre. È ora necessario un ulteriore sviluppo per trasformare questo Giardino in una destinazione di livello europeo in grado di attrarre in Alto Adige un pubblico sempre più numeroso di esperti e appassionati del settore”.

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *