Politica Ultime Notizie

Merano. Scuola media di Maia Alta, l’ex convitto Maiense come soluzione logistica

6 Maggio 2016

author:

Merano. Scuola media di Maia Alta, l’ex convitto Maiense come soluzione logistica

Il sindaco Paul Rösch (da sinistra), l’assessore Stefan Frötscher, il dirigente scolastico Andrea Bordiga e il presidente del consiglio dei genitori Hans Karl Pichler.

Oggi il sindaco Paul Rösch e l’assessore competente Stefan Frötscher hanno presentato, assieme al dirigente scolastico Andrea Bordiga e al rappresentante del consiglio dei genitori Hans Karl Pichler, la soluzione a breve e media scadenza per ovviare alla carenza di spazi che affligge la scuola media di via Cavour.

Il Comune prenderà in affitto l’edificio Maiense per i prossimi cinque anni, con la possibilità di prolungare – se necessario – il contratto di locazione. “Non ci siamo lasciati distrarre dalle polemiche, in parte esagerate, e abbiamo svolto tranquillamente i nostri compiti”, ha commentato il sindaco Rösch.

Per attrezzare opportunamente gli spazi dell’ex convitto femminile saranno necessari lavori di adattamento. Con la prossima manovra di assestamento di bilancio verranno impegnati allo scopo 500.000 euro. Per poter eseguire gli interventi, l’assessore Frötscher ha ottenuto la disponibilità – per l’inizio del prossimo anno scolastico – di tre locali situati nell’ex municipio di Maia Alta che potranno ospitare altrettante classi. Nel 2017 è quindi previsto il trasloco nel Maiense. “Ritengo che sia stata così individuata una buona soluzione nell’interesse delle studentesse e degli studenti di Maia Alta”, ha dichiarato Frötscher, che ha anche ringraziato il gruppo di lavoro per la collaborazione.

Soddisfatto anche il direttore Bordiga: “Ovviamente il trasloco è un impegno oneroso per tutta la comunità scolastica di Maia Alta, ma nell’edificio di via Priami la situazione logistica sarà decisamente migliore”. I lavori di adattamento verranno concordati con il dirigente scolastico, per poter soddisfare appieno le esigenze didattiche.

“Il nostro obiettivo prioritario – ha precisato Hans Karl Pichler – è il trasferimento più celere possibile della scuola nell’edificio del Böhler. I politici provinciali hanno di recente manifestato la disponibilità a trattare con l’amministrazione meranese per la cessione dell’immobile. Noi auspichiamo che da parte sua il Comune voglia cogliere questa opportunità”.

“I segnali che ci giungono da parte della Provincia riguardo alla possibilità che il Comune possa disporre di spazi all’interno del Böhler e alla relativa tempistica sono molto contraddittori”, ha osservato Rösch. “In fin dei conti lo stabile è di proprietà della Provincia, ciò nonostante la patata bollente viene passata al Comune. Ho chiesto pertanto lumi al presidente Kompatscher. A breve io e il collega Frötscher incontreremo i due assessori e finalmente potremo chiarire le rispettive posizioni”.

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *