Cultura & Società Ultime Notizie

Le aziende altoatesine del settore edile girano il mondo

3 Marzo 2016

author:

Le aziende altoatesine del settore edile girano il mondo

Le aziende altoatesine del settore edile girano il mondo

Gli stand collettivi di IDM alle principali fiere del settore

Dare maggiori chance al settore edile in lenta ripresa attraverso l’internazionalizzazione: per questo IDM Alto Adige nel 2016 accompagna le aziende altoatesine a diversi appuntamenti fieristici letteralmente da una parte all’altra del pianeta. E per stare al passo con le sempre maggiori richieste delle imprese, l’azienda speciale della Provincia di Bolzano e della Camera di commercio dedicata all’economia ha messo in agenda per il 2016 tre nuove fiere: la Nordbygg a Stoccolma, la Ecobuild a Londra e la IFH Intherm a Norimberga.

In Alto Adige solo il reparto delle costruzioni rappresenta l’11,7% delle aziende altoatesine che danno lavoro a quasi il 7% degli occupati. Ma sono sempre di più le professionalità di questo settore che vogliono esportare, da chi costruisce edifici in legno, agli artigiani con le loro porte in legno, fino ai produttori industriali di scale in cemento o forni.

E proprio per tre aziende che producono forni e cucine è l’appuntamento di questi giorni – dal 4 al 6 – della com:bau di Dornbirn, Austria, una zona ad alto potenziale d’acquisto tra il ricco Liechtenstein, il San Gallo svizzero e il lago di Costanza.

Dai mercati con un pubblico disposto a spendere per prodotti di qualità come il lago di Costanza o Dubai, a quello all’avanguardia sull’edilizia come quello scandinavo fino a quello del Regno Unito, che si sta affacciando sul tema dell’efficienza energetica: gli appuntamenti sull’agenda di IDM coprono tutte le esigenze delle aziende altoatesine che puntano all’internazionalizzazione. «Sempre più aziende stanno capendo quanto è importante esportare» sottolinea Bettina Schmid, responsabile del reparto Sales Support di IDM «e quindi noi come IDM dobbiamo soddisfare richieste sempre più diversificate, soprattutto per quanto riguarda il tipo di mercato a cui rivolgersi». Per questo sulla propria agenda, l’azienda speciale ha messo come priorità quella di andare alla scoperta di mercati diversi tra loro e, dopo aver confrontato le esigenze delle aziende con le caratteristiche delle singole fiere, testarne alcuni ancora inesplorati.

Per esempio quello svedese che, similmente all’Alto Adige, ha obiettivi ambiziosi nel campo del miglioramento dell’efficienza energetica. «Le tre aziende che vi parteciperanno coi loro prodotti innovativi troveranno pane per i loro denti» afferma Valérie Spenle, responsabile dell’area Go International di IDM: «abbiamo inserito nel programma la Nordbygg di aprile perché le aziende trovino nuovi stimoli e possano confrontarsi con un mercato innovativo»; la fiera svedese che si svolgerà dal cinque all’otto aprile è infatti è la più grande nel campo dell’edilizia in Europa settentrionale e permette di allacciare contatti e aggiornarsi sull’efficienza energetica.

Il Regno Unito è invece uno dei Paesi europei che ha ancora molta strada da fare nel campo dell’efficienza energetica nell’edilizia. «Gli imprenditori altoatesini possono contare su delle buone opportunità di mercato» continua Bettina Schmid «visto che, con le loro competenze possono rispondere alla elevata richiesta di validi artigiani e buone imprese edili». La fiera Ecobuild di Londra, dall’otto al 10 marzo, con i suoi 44.000 visitatori, è un importante punto d’incontro internazionale per architetti, imprese e fornitori edili e ha un pubblico propenso ad investire.

La primavera vedrà un’altra nuova esperienza per la IDM: per la prima volta infatti è stato organizzato uno stand collettivo alla IFH Intherm a Norimberga, in Germania dal cinque all’otto aprile. Ai 46.000 visitatori che annualmente vi partecipano viene offerta una panoramica a tutto campo sull’idrosanitario, l’efficienza energetica, la salvaguardia delle risorse, le energie rinnovabili, la gestione dell’acqua potabile, la domotica e la climatizzazione.

In autunno le aziende altoatesine avranno la possibilità di volare fino a Dubai per la principale fiera edile del Medio Oriente, la Big 5, dal ventuno al ventiquattro novembre. Per la fiera Big 5, oltre ad organizzare un viaggio imprenditoriale per cercare partner commerciali nella fase introduttiva, IDM allestirà nel padiglione Italiano uno stand collettivo: le iscrizioni apriranno a breve. «Gli Emirati Arabi Uniti (EAU) costituiscono una zona di fondamentale importanza a livello economico» ricorda Valérie Spenle, «Dubai è infatti il fulcro economico del Medio Oriente e molte imprese sfruttano le numerose zone di libero scambio sia a Dubai che negli emirati limitrofi per raggiungere e lavorare in diversi mercati, da quello filippino all’Africa».

In foto: cantiere ©IDM A.Filz

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *