Sport Ultime Notizie

Il Bolzano fa 4 su 4 nel derby – Innsbruck battuto 3 a 2

6 Gennaio 2016

author:

Il Bolzano fa 4 su 4 nel derby – Innsbruck battuto 3 a 2

Il derby è ancora una volta biancorosso. L’ultimo scontro tra Bolzano e Innsbruck della regular season si conclude con un 3 a 2 che premia i Foxes, a lungo dominatori del match. La partita è stata però in bilico fino alla fine: dopo il goal del vantaggio di Insam, il pareggio di Spurgeon e il nuovo vantaggio di Bernard, tutto nel primo tempo, bisogna aspettare la terza frazione per la rete di Matt Pope. Nel finale Lammers accorcia le distanze e l’Innsbruck va un passo dal clamoroso pareggio, ma il Bolzano tiene botta e fa suoi tre punti d’oro per la lotta alla top six. In questo momento la classifica è caldissima: lo Znojmo è terzo con 68 punti, il Bolzano settimo con 66, in mezzo altre tre squadre, Villach (68), Vienna (67) e Dornbirn (67). Sabato, alle 19.15, Egger e compagni saranno ospiti del Fehervar, per poi spostarsi domenica a Vienna. Due trasferte di importanza capitale.

Questa sera il Bolzano parte forte e va vicino al vantaggio prima con Reid, protagonista di un bello slalom, poi con Palmieri, che spara fuori di un nulla un gran tiro al volo sull’assist illuminante di Foster. Poco dopo ci prova anche Vause, che in contropiede scarica una bordata che colpisce in pieno la traversa. Poi l’Innsbruck commette due falli in rapida successione, i Foxes non colpiscono in 5 contro 3, ma lo fanno in 5 contro 4 con il missile di Marco Insam, che fa secco Chiodo. Dopo il goal i padroni di casa provano a rialzare la testa, senza creare grossi pericoli davanti alla porta biancorossa, ma alla prima grande occasione il pareggio è servito: conclusione di Lammers, rebound concesso da Hübl e tocco facile facile in rete di Spurgeon. Il Bolzano però non ci sta e ristabilisce il vantaggio a poco più di un minuto dalla prima sirena: gran forechecking di Flemming e DiCasmirro, il disco scivola davanti alla porta dove c’è appostato Bernard, che con il rovescio beffa ancora Chiodo. Foxes avanti per 2 a 1 dopo 20 minuti.

Il periodo centrale è pieno appannaggio del Bolzano, che domina in lungo e in largo pur senza trovare la rete del 3 a 1. In avvio Schennach e Valdix provano senza successo a impensierire Hübl, poi i Foxes prendono in mano il pallino del gioco: Pollastrone taglia lo slot con un gran disco per Foster, che ci arriva ma centra in pieno la maschera di Chiodo. In powerplay anche Egger sotto misura viene fermato da Chiodo, che sposta la porta e si prende due minuti: inizia un lungo 5 contro 3 per il Bolzano, che viene fermato però da un clamoroso palo colpito da un altro missile di Insam. Nel finale c’è spazio per il powerplay dei padroni di casa, che non sortisce alcun effetto. Biancorossi ancora avanti per 2 a 1 alla seconda sirena.

L’Innsbruck esce con convinzione dagli spogliatoi per il terzo drittel e cerca la via del pareggio con una mischia furibonda davanti alla porta di Hübl, ma Hahn manca per un soffio un pericoloso disco vagante. Il Bolzano può chiudere la partita quando Ebner e Schaus finiscono nel pancone dei cattivi: altri 47 secondi 5 contro 3, il goal non vuole arrivare con l’uomo in più finalmente Matt Pope cala il terzo sigillo arrivando a rimorchio sull’assist di Broda. La partita sembra chiusa e l’Innsbruck non sembra avere più la forza di spingere, ma quando gli arbitri fischiano due minuti a Pope ecco che il match si riaccende: coach Beaulieu si gioca la carta del sesto uomo di movimento, facendo uscire Chiodo, e a un minuto e 32 secondi dalla sirena finale Lammers scarica in porta il 2-3. C’è tempo per un ultimo, enorme brivido: erroraccio di McMonagle, disco regalato a Ulmer che tutto solo davanti a Hübl si fa fermare, poi la mischia sotto porta si risolve con un fischio arbitrale. Finisce 3 a 2 per il Bolzano, che pur con il brivido si porta a casa tre punti importanti.

HC TWK Innsbruck – HCB Alto Adige 2 – 3 [1-2; 0-0; 1-1]

Reti: 08:07 Marco Insam PP1 (0-1); 15:07 Tyler Spurgeon (1-1); 18:46 Anton Bernard (1-2); 52:07 Matt Pope PP1 (1-3); 58:28 John Lammers PP1 (2-3)

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *