Politica Ultime Notizie

Affermazioni Circolo La Comune: risponde l’assessore Tommasini

14 Gennaio 2016

author:

Affermazioni Circolo La Comune: risponde l’assessore Tommasini

“La Comune deve rispettare le regole come tutti, non è un soggetto sopra la legge e l’amministrazione è stufa di atteggiamenti politicamente ricattatori”, così l’assessore provinciale alla cultura italiana Christian Tommasini.

L’assessore Christian Tommasini non intende accettare che la gestione inadeguata dell’associazione Circolo La Comune venga mascherata con la triste abitudine di buttare la cosa in politica.

La sentenza del Tar di Bolzano sul diniego del contributo per il 2015 è molto chiara e conferma che in presenza di debiti ingenti, verso i quali non esiste nemmeno un piano di rientro, l’amministrazione fa benissimo a non  mettere il denaro di tutti in condizioni di pericolo e di gestione non trasparente.

Troppo facile e scorretto invocare ora “aiuti politici”. La sentenza del Tar andrebbe fatta leggere ai cittadini ai quali si chiedono firme mentre vanno agli spettacoli

È falso che i debiti siano nati dalle modeste riduzioni di contributi, che  in tempi di contrazione dei bilanci hanno avuto tutte le associazioni. Il circolo ha fatto operazioni sbagliate e azzardate in passato, tra l’altro quando io non ero assessore, e si ostina ad operare senza avere i denari per farlo, portando, poi alle casse pubbliche il conto, come per questa stagione, per la quale il diniego del contributo era noto da molti mesi. Non esiste nessuna contraddizione tra sentenze, le altre due citate riguardano dettagli procedurali, si nota invece  un evidente e maldestro tentativo da parte di fare disinformazione.

L’assessore Tommasini ribadisce che in questo caso la politica non centra nulla. Non si tratta di persone in pericolo. L’offerta di spettacoli a Bolzano e ricchissima e varia, organizzata da diversi enti ed associazioni che hanno una gestione meno familiare e molto attenta alle regole. Non è pensabile che tutte le associazioni  si comportino correttamente tranne una, che pretende di avere soldi pubblici al di fuori della correttezza delle procedure amministrative. Questo i cittadini devono saperlo.

Proprio per evitare strumentalizzazioni politiche la Giunta ha rimesso la concessione dei contributi alle strutture amministrative  e non più  ai politici. Ora queste procedure vanno rispettate persino dai Forcato. Personalmente devo dire che è stato molto pesante  avere a che fare con i Forcato dopo che ho scoperto che una mia firma era stata falsificata per avere un anticipo in banca.

Tommasini conclude: ’La Comune deve rispettare le regole  come tutti, non è un soggetto sopra la legge e io non accetterò di certo  atteggiamenti politicamente ricattatori’.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *