Politica Ultime Notizie

Vienna ribadisce il ruolo di tutela dell’Austria sull’Alto Adige Südtirol

24 Novembre 2015

author:

Vienna ribadisce il ruolo di tutela dell’Austria sull’Alto Adige Südtirol

Il presidente austriaco Fischer, il vicecancelliere Mitterlehner e il ministro degli esteri Kurz assicurano che l’Austria continuerà a sostenere l’Alto Adige nel senso contemplato dalla funzione di tutela e nell’impegno a porre la revisione dello Statuto – se e quando ci sarà – su una base di diritto internazionale. Questo l’esito della traferta del presidente della giunta provinciale Arno Kompatscher e dell’Obmann della SVP Philipp Achammer  a Vienna per salvaguardare il futuro della autonomia altoatesina dalla conseguenze centralistiche della riforma del Titolo V della Costituzione italiana.

Kompatscher ha ribadito di ritenere sbagliato l’orientamento centralistico di Roma ma che nonostante ciò si è riusciti a migliorare la clausola di salvaguardia mettendo l’autonomia al riparo da quegli effetti.
Questi in sintesi i termini della questione. L’attuale Statuto di autonomia resta in vigore sino alla sua revisione previa intesa con la Provincia. Una revisione su cui la Provincia di Bolzano concorderà solo in presenza della garanzia completa dei diritti sanciti, ancoraggio internazionale dell’autonomia speciale compreso. L’intesa sulla revisione sarà possibile quindi solo se ci sarà anche il consenso della Repubblica austriaca.
Lo Statuto attuale, più volte modificato, non è più coordinato con la Costituzione italiana, con il risultato di aver creato margini di interpretazione che hanno provocato pronunciamenti della Corte costituzionale restrittivi della autonomia altoatesina. Aver dunque ribadito il carattere pattizio dell’intesa nella revisione statutaria permetterà di riformulare le competenze autonome della Provincia evitando il rischio di impugnative della Corte costituzionale. Ciò consentirà di salvaguardare eventuali nuove competenze e di ripristinare quelle menomate dai pronunciamenti della Consulta.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *