Politica Ultime Notizie

Misure delle scuole di lingua tedesca contro l’abbandono scolastico

30 Novembre 2015

author:

Misure delle scuole di lingua tedesca contro l’abbandono scolastico

Le scuole di lingua tedesca intendono affrontare in maniera professionale e strutturale il fenomeno dell’abbandono scolastico. Dati e misure riguardanti questo fenomeno sono stati illustrati oggi nel corso di una conferenza stampa dall’assessore, Philipp Achammer, e dall’intendente, Peter Höllrigl.

In base ai dati elaborati da una ricerca dell’ISTAT il fenomeno dell’abbandono scolastico riguarda in maniera significativa anche l’Alto Adige. Nel corso della conferenza stampa organizzata questa mattina dall’assessore provinciale, Philipp Achammer, sono stati resi noti i dati riguardanti le scuole di lingua tedesca e le misure poste in atto per arginare il fenomeno.

“Il sistema scuola deve reagire alle esigenze espresse dai giovani e non viceversa” ha affermato l’assessore Achammer nel corso d della conferenza stampa ed ha aggiunto “In conservazione dell’accresciuta eterogeneità presente nelle scuole divengono sempre più importanti forme di sostegno e di incentivazione individuale degli alunni e studenti.

Molte scuole hanno già posto in atto delle misure per prevenire ed evitare gli abbandoni scolastici. Ora grazie ad una serie di indicazioni quadro elaborate dall’Intendenza scolastica le varie scuole possono trovare un orientamento comune al quale uniformarsi. Grazie a questo percorso sarà possibile facilitare la messa in rete tra le scuole e le istituzioni extrascolastiche.

L’intendente scolastico Peter Höllrigl ha quindi aggiunto che le Scuole di formazione professionale sono state particolarmente attive in quest’ambito.

Il primo passo dovrà essere rappresentato dalla raccolta capillare di dati in merito al fenomeno, in secondo luogo dovrà essere stilata una rilevazione delle risorse esistenti sul territorio per definire chi fa che cosa. Secondo l’intendente si deve inoltre abbandonare il metodo sinora utilizzato dei contributi a pioggia ed adottare appositi criteri di valutazione inseriti nel progetto quadro di intervento contro l’abbandono scolastico.

Il progetto è stato quindi illustrato nel dettaglio da Franz Lemayr, direttore del servizio inclusione ed educazione alla salute del Dipartimento alla formazione in lingua tedesca. “Le scuole sono organi autonomi e quindi un progetto non può essere considerato valido per tutte le strutture.

Si tratta soprattutto di un indirizzo articolato essenzialmente in tre punti: prevenzione, intervento ed apprendimento in time-out. In sostanza la prevenzione riguarda tutti gli studenti.

L’intervento riguarda tutte le offerte di sostegno e di consulenza rivolte agli studenti che si trovano in situazioni a rischio di abbandono scolastico. Il terzo punto riguarda infine tutte le offerte alternative di apprendimento e di occupazione che possono essere adottate in un periodo di tempo limitato al di fuori delle normali forme di lezione. Un periodo che deve durare il necessario ed essere il più breve possibile ed il cui scopo finale è il reinserimento del giovane nel tessuto scolastico di provenienza.

In foto: Achammer, Höllrigl e Rederlechner/copyright Ufficio Stampa Prov. di Bolzano

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *