Cultura & Società Ultime Notizie

LA SETTIMANA EUROPEA PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO

26 Ottobre 2015

author:

LA SETTIMANA EUROPEA PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO

Dal 19 al 23 ottobre si è celebrata la Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro 2015 con eventi che si sono svolti in tutta Europa. In evidenza lo stress lavoro-correlato e i rischi psicosociali, comprese le molestie sessuali e la violenza da parte di terze parti.

La Settimana europea rappresenta, per molti paesi, il momento di trarre le conclusioni sulle campagne intraprese, discutere i risultati, scambiarsi buone prassi ed esaminare le strategie future per la gestione dello stress e dei rischi psicosociali nel luogo di lavoro.

Le statistiche fanno riflettere:

  • lo stress lavoro-correlato è il problema di salute più frequente legato all’attività lavorativa in Europa dopo i disturbi muscoloscheletrici.
  • Il 50–60% di tutte le giornate lavorative perse è riconducibile allo stress lavoro-correlato.

Da qui le migliaia di iniziative organizzate in ogni dove.

Ma come, non ve ne siete accorti?

Le vostre città non erano invase da manifesti e locandine che pubblicizzavano eventi sul tema oggetto della riflessione europea?

La vostra cassetta e mail non è stata intasata da inviti a manifestazioni in linea con il tema della settimana?

Insomma, ve la siete persa.

Beh tra feste dell’uva e del vino, delle mele e del miele, del pane e della birra, delle patate e delle zucche, in Alto Adige-Suedtirol se ne sono dimenticati tutti, compresi gli addetti ai lavori.

Troppo stress!

Per chi volesse saperne di più:

https://www.healthy-workplaces.eu/it/stress-and-psychosocial-risks/what-are-stress-and-psychosocial-risks

Franco Mugliari (alias Muglia La Furia)

http://muglialafuria.blogspot.com

One Comment
  1. Muglia La Furia

    Beh tra feste dell’uva e del vino, delle mele e del miele, del pane e della birra, delle patate e delle zucche, in Alto Adige-Suedtirol se ne sono dimenticati tutti, compresi gli addetti ai lavori. Troppo stress!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *