Cronaca Ultime Notizie

Bolzano e Trento, autonomia statica, provvisoria o dinamica?

26 Settembre 2015

author:

Bolzano e Trento, autonomia statica, provvisoria o dinamica?

Autonomia statica, provvisoria o dinamica“? Non è questione di aggettivi, ma in prospettiva termini che delineano il futuro dell’Alto Adige. Di questo si è discusso questa mattina nell’ambito del “Festival dei lettori del quotidiano Alto Adige” tra il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, i governatori delle due Province autonome di Bolzano Arno Kompatscher e di Trento Ugo Rossi, e il senatore Francesco Palermo.

Mentre il rappresentante della Regione Toscana, pur con qualche distinguo, si è detto favorevole alla revisione in senso restrittivo del titolo V della Costituzione, che nel 2001 era stato sottoposto a riforma con l’ accrescimento dei poteri delle Regioni a Statuto Speciale, il sottosegretario De Vincenti ha invece affermato la “non provvisorietà” delle Autonomie speciali che ci riguardano – Trento e Bolzano –  perché fortemente motivate da un sostanzioso portato storico, contrariamente al “rivendicazionismo infantile” – queste le sue testuali parole- di altre regioni italiane (delle quali sarebbe stato interessante sentire il nome, ma purtroppo non ne ha fatto cenno).

Severo l’intervento del senatore Palermo, il quale dopo aver denunciato la presenza in Parlamento di una sostanziale “incomunicabilità su questi temi“, ha  affermato che mentre è effettivamente in atto “la cancellazione delle autonomie“, purtroppo è da rilevare da parte dei territori interessati, Alto Adige compreso, una immatura disponibilità ad un doveroso “do ut des“. L’approccio a Roma, ha detto esplicitamente non può essere solo quello “di spremere il limone“, ma anche quello “di portare succo di limone.
A questo punto è intervenuto il trentino Ugo Rossi, il quale mentre ha concordato con Palermo che in Italia “non esiste Stato federale“, invece ha affermato che con “l’Accordo di Milano” Trento e Bolzano hanno accettato una sostanziosa riduzione di bilancio. Kompatscher dal canto suo ha voluto sottolineare il duplice “carattere di tutela” (la nostra Autonomia è garantita da un Accordo internazionale, l’Accordo di Parigi che assegna all’Austria il ruolo di “tutela”) e quello “propulsivo di sviluppo“, concludendo che in tal modo la nostra Autonomia, oltre a caratterizzarsi in termini di solidarietà, non “è statica e nemmeno provvisoria“, ma è “dinamica” in quanto autentico strumento di sviluppo del territorio.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *