Cronaca Ultime Notizie

Piazza Walther cuore della smart mobility a Bolzano

25 Agosto 2015

author:

Piazza Walther cuore della smart mobility a Bolzano

Un pannello con gli orari degli autobus in tempo reale ed un  totem “smart city” da oggi ufficialmente in funzione presso la principale piazza del capoluogo altoatesino. Prossimi passaggi degli autobus, disponibilità di parcheggio e molte altre informazioni in tempo reale sulla mobilità cittadina: questo è ciò che turisti e cittadini possono  visualizzare attraverso un totem di nuova generazione installato in piazza Walther. Il totem si aggiunge al prototipo di palina che mostra i passaggi degli autobus SASA in tempo reale. Stamane la presentazione ufficiale ad opera dell’Assessore alla Mobilità del Comune di Bolzano Judith Kofler Peintner.

Piazza Walther è probabilmente la piazza più rinomata della città, luogo di ritrovo per molti cittadini e principale meta di destinazione per molti dei turisti che visitano il capoluogo. Per questo motivo, è stata scelta come centro di una nuova importante sperimentazione, promossa dal Comune di Bolzano e il TIS in collaborazione con l’Agenzia Provinciale per la Mobilità, la SASA e le ditte locali ACS Data Systems e Hell Company. Questa sperimentazione ha come obiettivo principale quello di valutare l’utilizzo di nuovi canali di comunicazione per informare i viaggiatori, soprattutto quelli occasionali, sulle modalità più intelligenti e sostenibili per muoversi a Bolzano in funzione delle informazioni in tempo reale oggi disponibili.

“Queste nuove installazioni nel cuore della nostra città costituiscono un ulteriore tassello del sistema di mobilità intelligente che stiamo realizzando a Bolzano” afferma l’Assessore  Kofler Peintner. “Attraverso questo totem e questa palina vogliamo capire e verificare il valore aggiunto di questi nuovi strumenti, e studiare come migliorarli ed evolverli per renderli sempre più interessanti agli occhi degli utenti. Ad esempio, è possibile ipotizzare di arricchire il totem con informazioni turistiche in collaborazione con l’Azienda di Soggiorno, ma anche di prevedere installazioni simili in altri comuni altoatesini, così che i turisti siano debitamente informati anche prima di raggiungere Bolzano. Senza dimenticare possibili scenari di collaborazione con gli albergatori locali, in modo che queste informazioni possano essere fruibili anche nei luoghi di pernottamento”.

“Da diversi mesi ormai sono disponibili alcuni servizi sperimentali in forma di siti web per muoversi in maniera intelligente in città: parking.bz.it per i parcheggi, bus.bz.it per il trasporto pubblico e traffic.bz.it per il traffico» spiega Hubert Hofer, direttore del TIS.
“Stiamo cercando di far conoscere ed utilizzare sempre più questi servizi, in modo che le persone che si muovono a Bolzano abbiano gli elementi necessari per spostarsi senza disagi e con ridotto impatto ambientale in città. Tuttavia non è facile promuovere l’esistenza di questi servizi presso l’utenza occasionale come i turisti. Il totem vorrebbe proprio fungere da attrattore nei confronti di questi visitatori, e rendere loro consapevoli delle informazioni e dei servizi che oggi possono consultare per muoversi in modo intelligente a Bolzano. Il prototipo di palina con le indicazioni dei passaggi degli autobus SASA aggiornati in tempo reale vuole essere invece un nuovo strumento per migliorare la qualità del servizio di trasporto pubblico cittadino e incoraggiare gli spostamenti in bus anche da parte di chi lo usa poco”.

Questa sperimentazione, organizzata nell’ambito del progetto “Bolzano Traffic” finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), ha anche un importante significato tecnologico e di innovazione locale. Questi nuovi servizi per gli utenti, curati da ACS Data Systems per quello che riguarda il totem e la SASA con la collaborazione degli esperti grafici della Hell Company per quello che riguarda la palina “intelligente”, sono  resi possibili grazie alla creazione di una piattaforma aperta di pubblicazione dei dati di mobilità cittadina gestita dal centro Free Software & Open Technologies del TIS.  Tale piattaforma “big data” ha posto i presupposti tecnici per lo sviluppo di queste applicazioni avanzate, con la prospettiva di un ecosistema sempre più ampio di servizi per raggiungere le varie tipologie di utilizzatori in modo sempre più efficace e diretto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *