Politica Ultime Notizie

I Socialisti di Bolzano ottengono i tre obiettivi prefissati e sostengono Spagnolli per il ballottaggio

19 Maggio 2015

author:

I Socialisti di Bolzano ottengono i tre obiettivi prefissati e sostengono Spagnolli per il ballottaggio

Non ci sono dubbi sulla soddisfazione espressa dalla Segreteria del PSI per il risultato elettorale del 10 maggio. I tre obiettivi fissati per Bolzano, Laives e Bronzolo sono stati raggiunti.
Con l’elezione a Sindaco di Bronzolo del Segretario Provinciale Bertinazzo, dei Consiglieri Claudio Della Ratta a Bolzano e Beppe Di Anselmo a Laives,  oltre ai consiglieri Camini e Zuretti a Bronzolo, non resta ora che vincere i ballottaggi a Bolzano e Laives, dichiara con soddisfazione il segretario provinciale del PSI, Alessandro Bertinazzo.
I consiglieri Della Ratta e Benedikter, facenti parte, rispettivamente con il PSI e con Project Bozen, della coalizione a sostegno del candidato sindaco Spagnolli, nel ribadire la stretta collaborazione tra i due partiti, invitano i cittadini a recarsi alle urne domenica 24 maggio e ad esprimere il voto per Luigi Spagnolli, chiamato a confrontarsi con i rappresentanti della destra. Ritengono doveroso rimarcare il proprio sostegno al sindaco uscente, che in questo contesto ha purtroppo ingiustamente pagato il malessere diffuso di parte della cittadinanza generato dalla minor sicurezza percepita, alimentata ad arte da chi vive di populismo.
Chi accusa il sindaco di avere fatto nulla contro la sicurezza, o mente sapendo di mentire, oppure non sa che le leggi in materia sono emanate dal governo centrale e poco margine un primo cittadino ha in materia. Nessuno, con le leggi attuali, potrà incidere significativamente sull’abbattimento della micro – delinquenza. Chi dice il contrario prende in giro gli elettori.
Chi dice che la città è ferma da dieci anni, o mente sapendo di mentire, oppure non ha la minima idea di quanto si sia fatto in questi anni per il bene comune.
Dalla cultura all’integrazione, dallo sport agli anziani, dalle strutture scolastiche a quelle sportive, dal verde pubblico alle ciclabili, dall’assistenza ai deboli alle mense, dall’attenzione all’ambiente ad un’urbanistica rispettosa del suolo, dalla rimozione delle barriere architettoniche all’inclusione nella società delle persone con diversa abilità, etc,etc.
Bolzano era e, nonostante la crisi resta, una delle prime città in Italia per qualità della vita, e questo, che è innegabile, è avvenuto anche grazie all’ottimo lavoro della nostra amministrazione.
Se poi si vuole incolpare il sindaco uscente di una crisi globale che sta attraversando i continenti, liberissimi di sbagliare a farlo, conclude Bertinazzo in una nota riguardante la conferenza stampa di oggi.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *