Italia Ultime Notizie

La libertà di voto vale anche per il parlamentare

1 Febbraio 2015

La libertà di voto vale anche per il parlamentare

L’articolo 67 della Costituzione italiana recita: ”Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincoli di mandato”. Una realtà che spesso si tende a voler dimenticare, soprattutto quando un parlamentare secondo propria coscienza decide di votare una legge o di sostenere dei provvedimenti all’interno del Parlamento non approvati dal proprio schieramento politico. Anche nell’elezione del nuovo Capo dello Stato non tutti i deputati e senatori della nostra cara Repubblica si sono attenuti ai diktat dei propri leader, tanto è vero che immediatamente dopo l’elezione di Mattarella si è cercato di capire chi fra gli azzurri non abbia votato scheda bianca come annunciato da Berlusconi. Chissà cosa accadrà ora nel partito che avrebbe dovuto portare in Italia le grandi riforme liberali? Non è facile fare delle previsioni, poiché il segreto dell’urna, a prescindere dalle varie ipotesi che in queste ore leggiamo sui giornali, resta comunque inesplorabile. Ed è bene che sia così, è un diritto di ognuno di decidere autonomamente e in silenzio cosa fare, senza doverlo sbandierare a destra e manca. E poi, dopo l’accordo raggiunto tra Renzi e Alfano per l’elezione di Sergio Mattarella, comunque il quorum, salvo franchi tiratori, sarebbe stato raggiunto. Perché tante tensioni allora? Forse ora sarebbe meglio leccarsi le ferite e pensare al bene del paese, in fondo questa è la politica, c’è chi sale e c’è chi scende. L’importante è non demordere e pensare al bene comune.

Giornalista pubblicista, scrittore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *