Cultura & Società Ultime Notizie

Amici della Musica di Riva del Garda

22 Febbraio 2015

author:

Amici della Musica di Riva del Garda

Riva del Garda, Auditorium Conservatorio Bonporti – Sabato, 28 febbraio 2014, ore 17.30 in collaborazione con AMI- Mozart Boys&Girls di Rovereto

ENSEMBLE VIOLONCELLISTICO “EMILIO RIZZI”

Violoncelli I – Klaus Broz (TN), Omar Flavio Careddu (BZ), Margherita Franceschini (TN)

Violoncelli II – Silvano Zanoni (TN), Desirée Calzavara (TV), Flora Todaro (BS)

Violoncelli III – Giovanna Trentini (TN), Matteo Rinaudo (TN), Eva Gruhn (TN)

Violoncelli IV – Paolo Grandi (BO), Marina Scaramagli (BO), Alberto Tecchiati (RO)

Programma

GEORG EDUARD GOLTERMANN (1824–1898)

Romanza op. 119 n. 1

Serenata op. 119 n. 2

CHARLES MARX-MARKUS (1829-1901)

Impromptu op. 32 n. 2

Allegro moderato – Più lento – più mosso

GIOVANNI BOLZONI (1887-1919) – (arr. Paolo Grandi)

Sonata op. 141

Allegro moderato – Adagio – Allegro

CARLOS GARDEL (1890-1935)

Por una cabeza

HEITOR VILLA LOBOS (1887-1959)

Bachiana Brasilera 1° (Modinha)

Bachianas Brasileiras n.5 (Aria)

Per ensemble di violoncelli e soprano

Melodia Catalana – (arr. Paolo Grandi)

El cant des ocells

Per ensemble di violoncelli e soprano

INGRESSO € 8

Ridotto € 5 giovani sotto i 26 anni e adulti oltre i 65 anni

Gratuito per gli studenti del Conservatorio e delle scuole musicali. 

***

Dodici violoncellisti, diretti dal violoncellista Italo Rizzi, si sono uniti nel ricordo del violoncellista Emilio Rizzi. A loro si unisce, nella seconda parte, il soprano Elena Gallo.

In collaborazione con la Mozart B&G Orchestra. 

ITALO RIZZI, direttore

Figlio d’arte (padre violoncellista, madre arpista) si è diplomato a Ferrara al Conservatorio Frescobaldi sotto la guida paterna nel 1950, perfezionandosi in Musica da  Camera al Conservatorio Martini di Bologna con il M° Kessissoglù e, vincendo la borsa di studio, all’Accademia Musicale Chigiana di Siena con il  M° Cassadò.

Chiamato come 1° violoncello dall’Orquestra Sinfonica Brasileira di Rio de Janeiro, per due anni, ne divenne in breve tempo, uno dei solisti più apprezzati. In Sud America, nelle sale più prestigiose e per le emittenti più importanti (Radio Globo, Radio C.G.E. di Rio de Janeiro e  San Paulo), svolse intensa attività concertistica in duo con il pianista H. Alimonda, come solista con varie orchestre sinfoniche,  con il Quartetto “Macabi Hebraica”.  Nel 1953 vinse il concorso “Olimpiade della Gioventù Musicale” a Perugia e rientrò in Italia, dove formò un apprezzato duo con il pianista Benedetto Ghiglia.

Le orchestre più quotate (Regio di Torino, Sinfonica di Firenze, Regio di Parma, Sinfonica della Rai di Roma, Teatro dell’Opera di Roma, Ente lirico Arena di Verona, Arena Sferisterio di Macerata, Collegium Musicum Helveticum, Teatro Comunale di Bologna, etc.) si avvalsero della sua collaborazione sempre come 1° violoncello. Ebbe così occasione di suonare con i più grandi direttori d’orchestra: Kleiber, Bernstein, Celibidache, Mazel, Villa Lobos, Swarowskj, Gavazzeni,   Delmann,   Maderna, Albert, ecc.

Vinto il Concorso Nazionale accettò la Cattedra di violoncello prima presso il Liceo Musicale Pareggiato di Ravenna, quindi al Conservatorio Rossini di Pesaro. Contemporaneamente sviluppò un’apprezzata attività in  diverse  formazioni quali il Trio di Bologna e il Trio di Parma, tenendo concerti alla Rai-Tv e nei più prestigiosi Teatri d’Europa, inclusa la Scala di Milano, ed effettuando incisioni discografiche.

Dopo il perfezionamento in Direzione d’Orchestra (sotto la guida, tra gli altri, del M° Swarowskj) fondò l’Orchestra d’Archi di Ferrara e diresse orchestre italiane e straniere (Ente lirico Arena di Verona, Haydn di Bolzano, Filarmonica Rossini di Pesaro, la Toscanini di Parma, teatro dell’Opera di Roma, Filarmonica Repubblica Ucraina, Filarmonica di Odessa, Filarmonica Bulgara Plovdiv, Sinfonica di S.Remo,  Orchestre de Règion Avignon-Provence, etc.).

Per trenta anni Direttore Artistico del Festival “Musica Pomposa”, ne incrementò l’importanza e la popolarità chiamando i più famosi  strumentisti e cantanti dell’intero panorama musicale internazionale.

A lungo è stato Direttore Principale dell’Orchestra da camera Benedetto Marcello.

Dal 2011 al 2013 ha messo a disposizione della Mozart B&G Orchestra competenza professionale, sensibilità artistica e umanità.

ELENA GALLO, soprano lirico leggero

Nata a Sarnico nel 1983, inizia giovanissima la sua esperienza musicale sotto la guida del M° Bredolo nel coro di voci bianche Simon Mayr di Villongo. Collabora quindi con il Coro Polifonico Antiche Armonie di Bergamo, partecipando a varie produzioni, tra le quali il Requiem di Paure, la Messa di Gloria di Mascagni e l’opera Dido and Aeneas di Purcell. Collabora con il coro Il Castello di Paratico e con l’Ensemble barocco Luca Marenzio di Brescia. Partecipa con l’Ensemble San Felice di Firenze a produzioni di canto gregoriano, musica medioevale e contemporanea in prestigiose rassegne concertistiche. Ha eseguito, in veste di solista, numerosi capolavori, tra i quali lo Stabat Mater di Pergolesi, il Gloria di Vivaldi e il Requiem di Mozart.

Ha studiato Canto con la prof.ssa Chu Tai Li al Conservatorio di Musica Luca Marenzio di Brescia ed ha frequentato importanti masterclass (Jill Feldman, Claudine Ansermet, Cinzia Forte) e un corso di Direzione di Coro con Brunella Clerici al Conservatorio di Lugano (Ch).

Nel 2011 si è laureata in Lettere all’Università di Bergamo.

Foto d’apertura: direttore, ITALO RIZZI e soprano, ELENA GALLO

Cattura 1

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *