Politica Ultime Notizie

Kompatscher sul 2014 della Giunta (1/3): economia, ambiente, infrastrutture

29 Dicembre 2014

author:

Kompatscher sul 2014 della Giunta (1/3): economia, ambiente, infrastrutture

La riforma del sostegno all’economia, il riordino del settore energetico locale, le misure anti-inquinamento lungo l’asse del Brennero, le opere infrastrutturali approvate e avviate nel 2014: sono alcuni dei punti affrontati oggi a Bolzano dal presidente della Provincia Arno Kompatscher nella conferenza stampa di fine anno.

La riforma del sostegno all’economia – stop ai contributi a pioggia, sgravi fiscali alle imprese, attenzione a progetti ad alto contenuto di crescita e innovazione – ha rappresentato una delle priorità della Giunta provinciale nel 2014, che troverà attuazione con il nuovo anno, ha ricordato il presidente Kompatscher nell’incontro con i giornalisti a Palazzo Widmann in cui ha passato in rassegna i passi avanti compiuti nel primo anno di legislatura. “L’impostazione di base prevede che dai contributi in conto capitale si passi alla concessione di crediti attraverso il fondo di rotazione”. Deroghe saranno previste solo per misure straordinarie come gli interventi fatti quest’anno per la salvaguardia dei piccoli negozi di vicinato nelle aree periferiche.

Il mondo economico viene sostenuto anche con il rafforzamento degli investimenti nella ricerca scientifica, “incrementati di 7 milioni di euro quest’anno rispetto al 2013”, ha ricordato il presidente Kompatscher, mentre sono rimasti stabili i mezzi garantiti alle imprese per ricerca e sviluppo. Con il metodo del dialogo e del confronto si è trovato il consenso con le categorie interessate sulla realizzazione del parco tecnologico a Bolzano sud (“meno pubblico, più privato”, ha sintetizzato il Presidente) e un’intesa è stata individuata anche sul nuovo sistema di finanziamento del settore turistico, che poggia su 3 cardini (imposta di soggiorno, contributi pubblici, contributi volontari) e che dopo le necessarie modifiche di legge sarà applicato dal 2016. Kompatscher ha ricordato inoltre il prossimo accorpamento di TIS, BLS, EOS e SMG , “già deciso e con l’iter di attuazione in corso. Dal 2016 ci sarà un’unica società pubblicata partecipata dalla Camera di commercio e dalla Provincia, che avrà la maggioranza.”

Il 2014 ha visto la Giunta avviare a soluzione anche alcune questioni cruciali nell’energia: con il ddl sulle piccole e medie derivazioni idroelettriche, il pagamento di 32,7 milioni di fondi ambientali nel triennio 2014-2016 per la realizzazione di 200 progetti di interesse pubblico nei Comuni rivieraschi, la stipula attraverso SEL dei contratti per acquisire le quote ENEL in 18 centrali idroelettriche in Alto Adige e soprattutto le trattative molto avanzate sul riordino del settore energetico che dovrà portare a luglio, e su questo Kompatscher è assolutamente convinto, alla fusione fra SEL e AEW “per rafforzare i player locali con concessioni certe e inattaccabili, garantire un vantaggio sul piano della competitività e un valore aggiunto nel lungo periodo per la popolazione altoatesina, per i Comuni e per le imprese.”

In tema di tutela dell’ambiente Kompatscher ha ricordato il pacchetto di proposte per la riduzione di biossido di azoto e inquinamento acustico lungo l’asse del Brennero, tra cui l’eurovignetta con pedaggio maggiorato per i Tir più inquinanti, approvato dalla Giunta: “Abbiamo inviato il programma a Roma e c’è già il consenso di massima del Governo”, ha informato Kompatscher. Questa prescrizione dovrà valere anche per la futura concessione dell’A22. Molto importante infine l’approvazione delle nuove linee guida sui prodotti fitosanitari, che fanno dell’Alto Adige il battistrada nazionale nel loro utilizzo regolamentato.

Opere pubbliche e infrastrutture fanno parte, secondo Kompatscher, “di un programma ambizioso con significativi investimenti pubblici per sostenere l’economia in un periodo difficile.” È stato stilato un elenco di priorità fino al 2018 e nell’anno in corso sono aumentate le risorse per i collegamenti (+92 milioni di euro) e l’edilizia (+52 milioni), per il tunnel dii base del Brennero sono stati fissati il finanziamento statale e il cronoprogramma dell’ultimo grande lotto sul suolo altoatesino, è stato siglato il nuovo contratto di servizio con Trenitalia (un risparmio di 1,7 milioni di euro e 7 nuovi treni Flirt), si avvia il recupero urbanistico dell’areale di Bolzano, un’operazione da un miliardo di euro di investimenti e spazio ai privati: sono solo alcuni dei passi compiuti nel 2014. Senza dimenticare il consenso politico ottenuto dal Governo sulla proposta di rinnovo della concessione dell’A22 e il futuro dell’aeroporto di Bolzano, “che se ben funzionante con collegamenti verso sud, verso nord e incoming turistico è necessario per l’economia e non solo per il turismo e potrà garantire tariffe ancora più accessibili”, ha detto Kompatscher. La proposta di rilancio sarà presentata a breve.

In foto: il presidente Kompatscher (copyright – USP/mb)

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *