Sport Ultime Notizie

Il Neruda trionfa ancora ed è sempre più capolista

14 Dicembre 2014

author:

Il Neruda trionfa ancora ed è sempre più capolista

BOLZANO. E’ un Neruda che non si discute quello che in un PalaResia in delirio ha schiantato oggi pomeriggio Monza seconda in classifica per 3-1. Dopo un primo set difficile le bolzanine infilano due vittorie al tuie break per 27-25 e, sulle ali dell’entusiasmo, piegano Saugella nel terzo parziale per 25-14. Una vittoria netta per le ragazze di coach Fabio Bonafede trascinate da una ritovata Valeria Papa affiancata da due certezze come Vittoria Repice e Lucia Bacchi. Clima pesante tra le lombarde che, purtroppo, perdono Serena Moneta e Alice Coatti.

FORMAZIONI. Ospiti in campio con Balboni al palleggio, Rossi opposto, Devetag e Facchinetti al centro, Moneta e Bonetti in banda. Bisconti Il libero. Il Neruda risponde con Moellers in regia, Bacchi e Trevisan le schiacciatrici, Repice e Gabrieli centrali, Kajalina all’opposto e Bresciani a ricevere.

PRIMO SET. Partenza punto a punto per le due squadre in un PalaResia abbastanza gremito. Il primo break è a firma di Gabrieli con un ace mal ricevuto da Bisconti (4-2). A ricucire ci pensa, però, Rossi Matuszkova (4-4). Un primo set caratterizzato dall’alternarsi perfetto a punto tra le due squadre fino al primo time out sul 12-11 per Bolzano. Una diagonale vincente di Bacchi e una rete di Rossi Matuszkova, però, riportano brevemente il Neruda avanti 15-13 ripreso immediatamente sul pareggio con un errore e un attacco vincente. Un muro di Gabrieli e un out delicato, in ogni caso, consentono alle altoatesine di rimettere la freccia al secondo time out (18-16). Vantaggio subito ricucito da una diagonale efficace di Bonetti (18-18) che apre al sorpasso delle brianzole con una serie di 6 punti senza sosta (18-22). Bonafede prova così a scuotere le sue inserendo l’altoatesina Bertolini al posto di Kajalina. La strada del set, però, porta irrimediabilmente al primo punto per Saugella che chiude con un ace di Balboni (25-18).

SECONDO SET. Nella seconda frazione Bolzano viene rivoltata come un calzino e sul taraflex scende in campo capitan Papa al posto di Trevisan mentre Lualdi rileva Gabrieli. Rientra anche Kajalina. L’uscita dai blocchi, però, premia ancora Monza che si porta rapidamente sul 4-1. Distanze che rimangono invariate fino al primo time out sul 12-7 per Saugella: qualche errore di troppo penalizza le bolzanine. Impressionante la reattività del libero di Monza Bisconti che ferma molti degli attacchi targati Volksbank. Al secondo time out è sempre Saugella a condurre 12-17 e al rientro in campo le ospiti non frenano e mantengono una distanza di sicurezza. Il Neruda, però, non molla e con un errore si riporta sotto 18-21. Stavolta il tentativo per uscire dalle difficoltà è quello della doppia palleggiatrice con l’ingresso di Bonafini in battuta al posto di Lualdi. Un muro di Papa e una diagonale di Bonetti, però, mantengono immutate le distanze (18-22). Papa, Repice e Bacchi a questo punto, salgono in cattedra e con tre punti consecutivi infiammano speranze e palazzetto (22-23). Un muro di Rossi Matuszkova porta il set point in dote a Monza, ma un turno in battuta di Papa porta in dote il tie break. Le bolzanine non tremano nel momento decisivo e trascinate dal trio Bacchi, Repice e Papa si portano a casa il set  28-26 facendo esplodere il PalaResia.

TERZO SET. Formazioni immutate nel terzo set. Buona la partenza del Neruda con un giro in battuta di Bacchi, con ace, che porta Bolzano avanti 5-1. Uno strappo che costringe Delmati a chiamare time out per Monza. Al rientro subito Papa mette in chiaro il suo stato di forma portando a casa il 6-1. Spinte dai muri, però, le brianzole si riportano sotto 6-4. Due muri frontali di Papa e Moellers consentono al Volksbank di ripristinare il +4 rapidamente (12-7), altri due di Lualdi e Bacchi mettono le ali alle bolzanine (14-7). Delmati, a questo punto, inserisce Bruno e Nomikou cercando una reazione, ma si procede punto a punto fino al 16-10 quando le lombarde tornano a spingere portando Bonafede alla chiamata per il time out sul 17-13. Un errore arbitrale e uno in ricezione portano il set sul 17-15. Papa sale di nuovo a muro mentre Moellers si affida al primo tempo per il 19-16. A questo punto il PalaResia piomba nel silenzio per le urla di Serena Moneta che cade sul piede di Anna Kajalina e si infortuna al ginocchio. Al suo posto Coatti. Le compagne reagiscono trascinate da Rossi Matuszkova fino al 19-19. L’ormai tradizionale punto a punto porta di nuovo le squadre al tie break. Repice, con un pallonetto e una fast, chiude i conti sul 28-26 e regala al Neruda il punto che lo mantiene in testa alla classifica.

QUARTO SET. E’ un ace di Lualdi a segnare il primo solco 5-3 per le padroni di casa. Repice e Bacchi solidificano la distanza sul 6-4, Kajalina e Moellers con una serie in battura  rifiniscono sul 15-7. Una grande pipe di Bacchi e lungolinea di Papa per il 18-8 strappano gli applausi del PalaResia. Stavolta, però, è il turno di Coatti perdere l’appoggio e infortunarsi alla caviglia: una partita maledetta per Saugella che vede due atlete portare fuori in barella. Il contraccolpo psicologico è evidente per Monza che crolla sotto i colpi di Repice e Bacchi fino al 23-14. Moellers torna in battuta e centra il 24-14 che prelude alla chiusura del match perentoria della capolista che rimane in testa alla classifica solitaria.

Fabio Bonafede (coach Neruda): “E’ la vittoria del gruppo, del lavoro quotidiano, anche di chi manca per infortunio. La squadra si è comportata benissimo in campo e si conferma, ma possiamo e dobbiamo ancora migliorare costantemente. E’ questa la nostra forza”.

Valeria Papa (Capitano Neruda): “Sono contenta di essere tornata ai miei livelli, finalmente. Oggi è una partita davvero importante per come ci siamo comportate. Per me comincia un nuovo campionato e sono determinatissima”.

IMG_4255

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *