Politica Ultime Notizie

Nuovo ordinamento del personale, secondo incontro con i sindacati

29 Novembre 2014

author:

Nuovo ordinamento del personale, secondo incontro con i sindacati

Secondo incontro ieri pomeriggio fra l’assessore Waltraud Deeg, il direttore di Ripartizione Engelbert Schaller e i sindacati sulla bozza di riforma dell’ordinamento del personale provinciale. Restano ancora alcune questioni da appianare, ma l’assessore Deeg ribadisce l’obiettivo di “creare un’amministrazione più moderna che necessita di dipendenti capaci, competenti e motivati”.

I pilastri chiave della riforma erano già stati presentati ai sindacati nella riunione di mercoledì e sono stati ribaditi oggi da Deeg e Schaller. “Vogliamo innovare l’amministrazione provinciale – spiega l’assessore Waltraud Deeg – renderla più moderna, efficace e trasparente. Per farlo abbiamo bisogno di avviare un processo che coinvolga direttamente i dipendenti e ovviamente i sindacati, e sul tema posso dire che l’obiettivo è comune, ovvero offrire servizi di qualità e al passo con i tempi a cittadini e imprese”.

Il direttore della Ripartizione personale, Engelbert Schaller, ricordando che l’ordinamento del personale rappresenta una sorte di accordo-quadro sulla materia, la cui concreta applicazione sarà poi demandata ai contratti collettivi dei singoli settori, non nasconde il fatto che su alcuni temi le visioni con i rappresentanti dei sindacati siano differenti. “Ma su alcuni punti – chiarisce Schaller – c’è unità d’intenti, come ad esempio sulla possibilità di incrementare a partire dal 2016 i posti per i tirocini estivi, che attualmente sono fermi a quota 200”.

Durante l’incontro di questo pomeriggio, però, l’attenzione si è concentrata su temi come il patto generazionale, la mobilità dei dipendenti, le incompatibilità e i distacchi sindacali. “Alla luce delle nuove normative statali – sottolinea Schaller – il numero di questi ultimi deve passare da 52 a 35. Si tratta solo di decidere per quale delle due varianti optare: riduzione dei distacchi per ogni singola organizzazione, oppure a livello generale”. “Si tratta di un passaggio che ovviamente non può essere accettato di buon grado – aggiunge l’assessore Deeg – ma che consentirà in ogni caso di risparmiare circa 600mila euro”.

In attesa di trovare un’intesa definitiva sulla riforma, Waltraud Deeg ed Engelbert Schaller ribadiscono la “piena disponibilità della Provincia a trattare con i sindacati, che sono chiamati non solo a partecipare alla discussione, ma a costruire assieme a noi un’amministrazione moderna, trasparente ed efficiente”.

In foto: l’assessore Waltraud Deeg e il direttore della Ripartizione personale Engelbert Schaller/copyright Ufficio Stampa Prov. di Bolzano

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *