Cronaca Ultime Notizie

A22: Tavola Rotonda a Nogarole Rocca sullo Sblocca Italia

6 Novembre 2014

author:

A22: Tavola Rotonda a Nogarole Rocca sullo Sblocca Italia

L’Amministratore Delegato Pardatscher presenta le iniziative industriali di Autobrennero

Riflettori accesi quest’anno, per la “XII rassegna da S. Leonardo a S. Martino”, sul decreto Sblocca Italia.

Organizzata dall’Amministrazione comunale di Nogarole Rocca in collaborazione con A22, la rassegna affronta annualmente il delicato tema “Strada e società: percorsi in sicurezza” commemorando al contempo le vittime della strada.

Alle ore 10.00, nella Chiesa Parrocchiale di Pradelle, si è tenuta la Santa messa in suffragio delle vittime della strada. A seguire, alle ore 11.00, presso l’ex oratorio di San Leonardo, si è tenuta – alla presenza di numerose autorità istituzionali – una tavola rotonda sul decreto “Sblocca Italia”, scelto, quest’anno, come tema centrale del dibattito.

A fare gli onori di casa il Sindaco di Nogarole Rocca, Paolo Tovo, che ha ringraziato  tutti i presenti, citando anche la presenza dei due “cittadini onorari” dello stesso Comune:  Ferdinand Willeit, già Presidente di Autobrennero, e Bruno Veronesi.

Ad aprire i lavori il Direttore Tecnico Generale di A22, Carlo Costa, che con un intervento analitico e approfondito – dopo un excursus storico sul sistema infrastrutturale italiano –  si è soffermato sulla situazione attuale e sulle carenze del sistema della mobilità nazionale. A tale proposito ha elencato le principali criticità del sistema autostradale italiano che presenta una “rete a maglie” ancora aperte, una congestione di domanda di mobilità lungo alcune arterie del nord e carenza di assi autostradali in grado di collegare in modo efficiente la costa adriatica con quella tirrenica.

Analizzando le previsioni di traffico – che nella sola Europa prevedono, da ora al 2020, un incremento del 60% di traffico merci e del 40% del traffico passeggeri – ha evidenziatole le motivazioni che stanno alla base della nascita dello “sblocca” Italia: la crisi della finanza pubblica, la pesantezza dei procedimenti, ossia la burocrazia, le difficoltà procedurali e sostanziali, la cosiddetta “accettabilità sociale”. Tutto questo ha portato al decreto – spiegato punto per punto da DTG di A22 – che prevede investimenti, semplificazione di procedure, liberalizzazioni, defiscalizzazione, bonus fiscali, ottimizzazione delle risorse e delle spese, sostegno all’accesso al credito e promozione di forme di partnership pubblico-privato, dette PPP.

Dal canto suo l’Amministratore Delegato di Autobrennero, Walter Pardatscher, ha illustrato le iniziative industriali di Autostrada del Brennero SpA. ln particolare il corridoio Cispadano con la realizzazione dell’Autostrada Regionale Cispadana, 68 km che collegheranno l’A22 da Reggiolo-Rolo a Ferrara e la sua prosecuzione con il raccordo autostradale Ferrara – Porto Garibaldi per altri 49 km.  Per la prima si sta attendendo la conclusione da parte del Ministero dell’Ambiente dell’istruttoria di VIA (valutazione impatto ambientale), presumibilmente entro il mese di novembre.  Per il secondo, l’ATI – capitanata da A22 – ha chiesto a luglio, al Ministero delle Infrastrutture di dare avvio all’iter procedurale conseguente all’aggiudicazione.

L’Amministratore Pardatscher ha poi illustrato il collegamento autostradale Campogalliano Sassuolo lungo 15 km, naturale prolungamento dell’A22 per il quale, il 2 aprile scorso, l’ATI A22 ha ottenuto l’aggiudicazione definitiva ed è in attesa, a breve, della stipula della convenzione.

Breve accenno infine ad uno degli impegni sottoscritti dall’Autostrada del Brennero in sede di definizione del Piano Finanziario, ossia la realizzazione della terza corsia nel tratto Verona nord – intersezione con l’A1 a Modena;  investimento importante, ma vincolato alla concessione.

Ed è stato il Presidente di A22, Paolo Duiella,  ad affrontare proprio il tema della concessione di Autobrennero,  scaduta il 30 aprile scorso. “Stiamo lavorando con una proroga tecnica” ha affermato. “Questi ultimi anni, sono stati impegnativi e incentrati sulla prospettiva della gara europea, per cui ci siamo preparati. Ora dobbiamo fare i conti anche con le difficoltà di questo periodo che vede il settore imprenditoriale italiano in seria difficoltà a competere con quello europeo”. Ha quindi evidenziato la specificità della concessione A22, per via del finanziamento trasversale alla ferrovia: l’Autobrennero ha accantonato 550 milioni di euro destinati alla realizzazione del tunnel di base del Brennero, ma per il cui concreto utilizzo non si sono ancora verificate le condizioni necessarie.

Parole caute, ma di fiducia, quelle del  Presidente Duiella per lo “Sblocca Italia”, che “potrebbe muovere qualcosa in termini di concessioni autostradali e quindi dare il via alla realizzazione di opere lungamente attese che contribuiranno al rilancio degli investimenti, dell’occupazione, della mobilità, volano indispensabile per il rilancio dell’economia dell’intero Paese”.

E’ quindi seguita una partecipata discussione cui sono intervenuti il dirigente coordinatore dell’area funzionale programmazione e sviluppo del territorio per la provincia di Verona, l’ing. Elisabetta Pellegrini,  il Sindaco di Nogara Luciano Mirandola, il Presidente dell’ANCE, Fortunato Serpelloni.

Il Sindaco Tovo ha quindi chiuso i lavori ringraziando tutti gli intervenuti e auspicando che lo Sblocca Italia possa veramente segnare il riavvio dell’economia italiana e consentire la realizzazione di opere infrastrutturali, da lungo attese, e necessarie al Paese.

Assente “giustificato” il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Gaianclaudio Bressa, trattenuto a Roma per impegni di Governo.

In foto: da sx Pres A22 Paolo Duiella sindaco Nogarole Paolo Tovo, Ad A22 Walter Pardatscher, Dir tec A22 Carlo Costa

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *