Politica Ultime Notizie

Presentato il “Dossier statistico immigrazione 2014” UNAR

30 Ottobre 2014

author:

Presentato il “Dossier statistico immigrazione 2014” UNAR

Il “Dossier statistico immigrazione 2014” dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali UNAR, che reca un capitolo ad hoc tratta la situazione in provincia di Bolzano è stato presentato oggi 29 ottobre presso Palazzo Widmann a Bolzano, e in contemporanea in tutta Italia.

Il “Dossier statistico immigrazione 2014” è stato curato dal Centro Studi e Ricerche IDOS per conto dell’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il rapporto reca il sottotitolo “Dalle discriminazioni ai diritti” che costituisce la linea ispiratrice dei numerosi capitoli di cui consta. In particolare il dossier mette a disposizione i dati più aggiornati sui flussi, sui soggiornanti, sull’inserimento nel mondo del lavoro e nella società, sullo stato delle pari opportunità, scendendo fino ai singoli contesti regionali.

Prima della presentazione vera e propria dei dati la direttrice del Dipartimento provinciale Diritto allo studio, cultura tedesca e integrazione, Vera Nicolussi-Leck, ha presentato in sintesi il Servizio di coordinamento per l’integrazione della Provincia di Bolzano, istituito con legge del 2012, ricordando che per stilare il piano pluriennale degli interventi in vari campi sono necessari dati che non sono sempre facilmente reperibili. Per tale ragione il Dossier statistico sull’immigrazione dell’UNAR costituisce una fonte importante.
I temi focali del piano pluriennale sono: la lingua, il lavoro, che costituiscono la chiave per l’integrazione; una volta ottenute queste si possono raggiungere altri obiettivi altrettanto rilevanti: l’abitazione, la formazione e la famiglia.
Il Servizio fornisce consulenza ai cittadini e agli enti, svolge attività di sensibilizzazione per attivare i processi di integrazione, opera con un lavoro in rete assieme ai vari attori, tra i quali i cittadini con background migratorio, e svolge attività di ricerca per verifcare le ricadute delle misure poste in atto assieme ai Comuni ed alle Comunità comprensoriali. Prendendo spunto da un’analisi condotta dal Comune di Bressanone in collaborazione con l’Accademia europea di Bolzano EURAC, si mapperà la situazione a livello locale nei vari comuni altoatesini riferita alla convivenza e all’integrazione. L’obiettivo, come ha detto Nicolussi Leck, è quello di individuare risposte adatte per le differenti località.

Il “Dossier statistico immigrazione 2014” raccoglie i dati attuali riferiti all’immigrazione in Italia, che oggi a Bolzano è stata illustrata da Matthias Oberbacher, referente nazionale dell’IDOS per la provincia di Bolzano. Un capitolo ad hoc tratta la situazione in provincia di Bolzano. I relativi dati sono stati illustrati da Fernando Biague, referente nazionale dell’IDOS per la provincia di Bolzano. In base ai dati ISTAT, la stima della popolazione straniera regolarmente residente in Alto Adige a fine 2013 è di 50mila persone (in Trentino di 55mila), provenienti da 137 Paesi e in prevalenza donne. La crisi economica si è fatta sentire: il tasso di disoccupazione supera il 20% a fronte del tasso medio del 4,5%.

In foto: Fernando Biague, la direttrice di Dipartimento Vera Nicolussi-Leck e Matthias Oberbacher (da sinistra)/copyright Ufficio Stampa Prov. di Bolzano

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *