Cultura & Società Ultime Notizie

Risultati incoraggianti per il del Sinodo diocesano di Bolzano-Bressanone

15 Settembre 2014

Risultati incoraggianti per il del Sinodo diocesano di Bolzano-Bressanone

Qual è lo scopo della comunità di fede? Di cosa abbiamo bisogno per trovare delle risposte alle domande fondamentali della vita? Questi sono solo alcuni degli interrogativi con i quali dieci mesi fa si aprì a Oies in Val Badia il sinodo diocesano. Ieri come oggi, le domande della fede coinvolgono e affascinano un gran numero di persone, tuttavia molti sperano in un rinnovamento delle comunità cristiane in chiave attuale, con particolare attenzione al futuro della Chiesa. Questa è stata l’orma entro cui si sono mossi i lavori del Sinodo e oggi sono stati presentati i primi risultati dei lavori delle commissioni. Più di tremila persona hanno partecipato alle prime fasi del sinodo, contribuendo con suggerimenti e speranze, come pure con timori e preoccupazioni. Alcuni partecipanti di rilievo hanno rilasciato dichiarazioni, come don Mario Gretter, relatore della commissione per il dialogo interreligioso che ha sottolineato come “Sentiamo chiaramente le grandi attese che ci sono nei confronti del nostro lavoro a partire dagli incontri aperti”. Renè Niederwieser ha sottolineato l’importanza dell’uguaglianza di uomini e donne e soprattutto della necessità di superare il paradigma della divisione delle diocesi per gruppi linguistici. Stefan Huber pensa invece ad un maggiore coinvolgimento delle varie generazioni, come anche alle persone di lingua e provenienza diversa. Andrea Palhuber invece, responsabile dei giovani, auspica che “la Chiesa sia per essi una comunità accogliente, per questo i giovani a tutti i livelli dovranno avere possibilità e competenze concrete e vincolanti di partecipazione attiva.” La commissione di Georg Oberrauch pensa anche alla creazione di un nuovo centro spirituale nella storica diocesi di Sabiona, volto a coinvolgere persone che, in diverse situazioni di vita, ricercano una maggiore spiritualità, allo scopo di definire nuovi compiti di sacerdoti e laici.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *