Cronaca Ultime Notizie

Ricordato il 70° anniversario dell’eccidio nazista alla caserma Mignone

12 Settembre 2014

author:

Ricordato il 70° anniversario dell’eccidio nazista alla caserma Mignone

Cerimonia per non dimenticare i 23 martiri giustiziati il 12 settembre del 1944

Stamane alla presenza del Sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli, del Commissario del Governo Elisabetta Margiacchi e di altre autorità politiche comunali, civili e militari, nonchè dei rappresentanti delle forze dell’ordine, dell’ANPI e delle associazioni combattentistiche e d’arma, si è tenuta la cerimonia ufficiale di commemorazione dei 23 giovani martiri dell’ecidio nazista del 12 settembre del 1944 alla caserma Mignone. Dapprima il corteo,  quindi la deposizione delle corone nella piazzetta dedicata alle vittime, davanti alle nuove tabelle che, sul muro che delimita l’area dell’ex Mignone, ricordano la strage.

Il Sindaco Spagnolli ha dato lettura del testo riportato sulle targhe esplicative ed ha ricordato il sacrificio dei giovani patrioti della caserma Mignone. “Sono passati 70 anni da allora ma oggi più che mai bisogna  richiamare tutti alla riflessione sul tempo attuale per rafforzare i valori contro tutte le le dittature, favorendo la democrazia, affinche’ il sacrificio di questi 23 giovani, non sia stato vano”.

All’alba del 12 settembre 1944 a Bolzano 23 uomini furono prelevati dal Lager nazista di via Resia e condotti nella caserma di artiglieria “Francesco Mignone”. A ciascuno di essi un commando di militi SS sparò un colpo alla nuca. I corpi furono portati al Cimitero Maggiore e gettati in una fossa comune non contrassegnata. Nel primo dopoguerra la polizia alleata individuò la fossa comune e le salme ebbero così una sepoltura religiosa. Nel 1950 vennero trasferite nel Cimitero Militare di San Giacomo, dove tuttora riposano.
Gli arresti e la morte dei 23 furono forse il punto finale di un piano ideato dall’occupante germanico in Italia per eliminare le missioni clandestine di sabotaggio e di intellingence infiltrate in Italia centro-settentrionale per iniziativa del Governo del Sud, in collaborazione con i governi alleati inglese e americano. La documentazione raccolta dall’Archivio Storico di Bolzano permette di identificare nove missioni di cui fecero parte 14 dei 23 uccisi a Bolzano. Nel 2004 il Comune ha avviato lo studio della storia dell’eccidio, dando anche inizio alla consuetudine delle commemorazioni ufficiali che da allora si tengono ogni 12 settembre. Nel 2010 la Città capoluogo ha dedicato ai 23 la piazzetta del nuovo quartiere sorto sul luogo dell’ex caserma Mignone abbattuta nel 1999.

Alla cerimonia di stamane hanno partecipato anche delle classi delle scuole medie Fermi di Oltrisarco. Alcuni studenti in particolare hanno letto alcuni brani molto toccanti tratti da cronache e testimonianze dirette di quei tragici eventi che hanno segnato profondamente anche la storia della comunità cittadina.

La cerimonia si è conclusa con il suono di 23 rintocchi di  triangolo per ricordare le vittime della Mignone.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *