Politica Ultime Notizie

Giornata dell’autonomia: successo per le porte aperte e in piazza Magnago

8 Settembre 2014

author:

Giornata dell’autonomia: successo per le porte aperte e in piazza Magnago

Si è conclusa in maniera positiva la Giornata delle porte aperte in Provincia per celebrare la festa dell’autonomia del 5 settembre. Particolarmente gremita piazza Silvius Magnago e i palazzi circostanti, buoni i riscontri anche negli altri edifici coinvolti. Kompatscher: “La storia non si ferma, lavoriamo per sviluppare ancora l’autonomia”.

La Giornata dell’autonomia si è conclusa con gli interventi del presidente della Provincia Arno Kompatscher e del presidente del Consiglio Thomas Widmann. Kompatscher ha ricordato in particolare l’importanza di celebrare la ricorrenza del 5 settembre 1946, giorno in cui venne sottoscritto l’Accordo di Parigi. “Un accordo che inizialmente fu accettato come una delusione da parte della popolazione di lingua tedesca – ha spiegato – ma che in realtà ha consentito di avviare un processo che ha portato all’autonomia che conosciamo oggi. Siamo passati attraverso il secondo Statuto e la quietanza liberatoria dell’ONU, ed è proprio l’ancoraggio internazionale che rende la nostra autonomia diversa da tutte le altre”.

Il presidente altoatesino, però, non ha guardato solo al passato, ma anche al futuro. “La storia non si ferma – ha sottolineato Arno Kompatscher – e non dobbiamo nascondere il fatto che il nostro percorso è diventato sempre più difficile. Ma bisogna ripartire dai rapporti con Roma, dove lavoreremo per difendere competenze che vengono messe in dubbio e conquistarne di nuove, puntando molto sulla nuova cornice istituzionale rappresentata dall’Euregio”. Il presidente del Consiglio Thomas Widmann, invece, ha posto l’accento sull’importanza di “avvicinarci ai cittadini aprendo le porte dei palazzi dove si governa e si amministra l’autonomia. Il Consiglio provinciale, ad esempio, è il luogo dove si formano le leggi che regolamentano la vita di tutti i giorni e definiscono lo sviluppo economico, culturale e politico della nostra società”.

I discorsi ufficiali, dunque, hanno chiuso la prima giornata delle porte aperte che ha coinvolto 19 palazzi provinciali a Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico, Silandro ed Egna. Il programma delle iniziative proposte si è rivelato particolarmente ricco e variegato, e sono stati positivi i riscontri da parte dei visitatori. Alla stazione a valle della Funivia del Renon, ad esempio, sono stati aperti al pubblico i locali della sala macchine, nel palazzo 2 è stato possibile visitare la centrale che effettua il monitoraggio su tunnel e gallerie, presso i laboratori dell’Agenzia per l’ambiente c’è stata la possibilità di analizzare vini e acque, nel palazzo 7 si sono svolti brevi corsi introduttivi alla fotografia, mentre l’Archivio provinciale ha aperto i propri scaffali colmi di documenti.

Piazza Silvius Magnago, invece, è stata completamente trasformata in una sorta di fiera a cielo aperto con la presentazione di diversi servizi gestiti dalla Provincia: dai bacini montani alla protezione civile. Molti, inoltre, i visitatori presso il palazzo del Consiglio provinciale, che offriva un percorso esplicativo sulla formazione delle leggi, e Palazzo Widmann, sede della Giunta provinciale. A proposito di Giunta provinciale, per la Giornata dell’autonomia sono rimaste aperte al pubblico le porte sia dell’ufficio del presidente Arno Kompatscher, sia della sala dove ogni martedì si riunisce l’esecutivo, con i visitatori che si sono potuti “improvvisare” assessori per un giorno.

“Il nostro scopo – è il commento a fine giornata di Kompatscher – era quello di ridurre le distanze tra amministrazione e cittadini, facendo vedere a tutti, in un’ottica di apertura e trasparenza, come e dove si svolge l’attività politica e di gestione della nostra autonomia, un’autonomia che appartiene a tutti gli altoatesini. Alla luce dei riscontri avuti in queste ore, mi sento di poter dire che l’obiettivo è stato raggiunto”. Per chi volesse ulteriori informazioni sulla festa dell’autonomia, e soprattutto per chi volesse rivivere i momenti più importanti attraverso un racconto fotografico della giornata, sul web è disponibile una photogallery costantemente aggiornata: basta collegarsi al sito www.provincia.bz.it/giornata-autonomia.

Foto: copyright Ufficio Stampa Prov. di Bolzano

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *