Politica Ultime Notizie

Festa de l’Unità. Civati: “Torno volentieri in Alto Adige”

18 Settembre 2014

author:

Festa de l’Unità. Civati: “Torno volentieri in Alto Adige”

Sabato 20 al Pfarrheim di Laives dibattiti, musica e buona cucina

“Ritorno volentieri in Alto Adige, che mi ha sempre accolto molto volentieri”: Così il deputato Pippo Civati che sabato 20 sarà presente al Pfarrheim di Laives per il ritorno della Festa de l’Unità del Partito democratico dell’Alto Adige. Civati, con inizio alle ore 11, presenterà il suo libro: “Qualcuno ci giudicherà”, a cui seguirà un dibattito.

Con l’apertura, alle 10.30, da parte della segretaria provinciale, Liliana Di Fede, e del presidente dei giovani democratici dell’associazione SteDy, Gianluca Da Col, partirà una giornata ricca di momenti politici, punti di ascolto e musica, che si concluderà alle ore 24. Subito dopo, organizzato da SteDy e fino alle ore 3, al Black box di Laives, andrà in scena un Aftershow.

Voluta fortemente dai giovani del PD e realizzata grazie al contributo di 50 volontari, la Festa de L’Unità punta a diventare un appuntamento tradizionale di incontro con i cittadini, anche davanti a un piatto, visto che si potrà pranzare e cenare.

Nel pomeriggio, con inizio alle 14.30, si ritorna a parlare di politica e nello specifico di Europa e Autonomie con l’europarlamentare del Pse Isabella De Monte e con il senatore Francesco Palermo. Un appuntamento interessante e di grande attualità alla luce del referendum in Scozia e delle spinte separatiste che si agitano sempre più nel Vecchio Continente.

Alle16.45, con Luca Tschiderer, dei giovani della Spö del Tirolo, si parlerà di “Droghe leggere: quale futuro”, assieme anche a Franco Corleone, ex sottosegretario alla giustizia, e Elio Dellantonio del Sert. Subito dopo, alle ore 18, inizierà il concerto. Quattro i gruppi che si esibiranno al Pfarrheim di Laives. Inizieranno gli Inedya della Val di Non. Alle 19.30 saliranno sul palco i Not bound by convention della Pusteria e a seguire, da Modena, i Rifkin Kazan. Chiuderanno la serata i Sisyphos da Mules.

Quelli che attendono il PD sono mesi ricchi di sfide e il partito vuole iniziarli con la Festa de l’Unità per rimarcare che il Partito Democratico c’è, vuole continuare a stare in mezzo ai cittadini e proseguire il suo impegno per lo sviluppo dell’Alto Adige, dell’Italia e dell’Europa

L’ingresso alla Festa de l’Unità è gratuito e inoltre sarà allestito un banchetto per chi volesse aderire al Partito Democratico.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *