Cultura & Società Ultime Notizie

“Un progetto per una Bolzano più bella e moderna”

28 Agosto 2014

author:

“Un progetto per una Bolzano più bella e moderna”

Nella mattinata di giovedì un pubblico molto numeroso -tra cui esponenti della politica comunale, interessati, membri dell’associazione “Bolzano Domani – Zukunft Bozen” – ha assistito alla presentazione del nuovo progetto per il Kaufhaus Bozen-Bolzano. Nello showroom riadattato Heinz Peter Hager, il presidente della società KHB Srl con sede a Bolzano, e il responsabile del progetto Bernhard Pöll hanno illustrato le caratteristiche e i dati principali relativi al progetto.

L’archistar David Chipperfield, il quale aveva progettato la proposta originaria relativa al Kaufhaus Bozen-Bolzano, è responsabile anche del nuovo progetto. Il design, il quale era stato valutato molto favorevolmente in città, è pertanto rimasto simile. Ma: “È stato sviluppato un progetto completamente nuovo, il quale offre nuovamente una soluzione complessiva armonica e di qualità per l’intero quartiere nel rispetto delle linee guida stabilite dal Comune”, ha dichiarato il presidente di KHB Heinz Peter Hager.

Piano di mobilità per il centro cittadino

Il nuovo progetto prevede uno sviluppo e una riqualificazione di ampio respiro per un intero quartiere e non si limita alla realizzazione di fabbricati aggiuntivi fra gli edifici esistenti. “Noi vediamo un collegamento su larga scala con l’intero ambiente circostante tra la stazione, piazza Verdi e piazza Walther e integriamo le strutture esistenti nelle nuove infrastrutture previste”, ha spiegato il responsabile del progetto Bernhard Pöll, il quale ha approfondito vari aspetti e dettagli. Non da ultimo il piano di mobilità con le infrastrutture legate all’urbanizzazione e al traffico: il viale della Stazione sarà trasformato in una zona pedonale. Inoltre sono previsti collegamenti sotterranei fra via Alto Adige, via Perathoner, via Garibaldi e il piazzale della Stazione, le quali saranno completamente rimodellate e nelle quali in futuro pedoni e ciclisti avranno un ruolo chiave. La stazione delle autocorriere sarà integrata nel progetto e manterrà naturalmente la sua collocazione nelle immediate vicinanze del centro storico e della stazione ferroviaria.

Bolzano si farà più bella: spazi per abitare, lavorare, fare shopping.

Secondo il motto “Bolzano si farà più bella: la città nuova” Hager di seguito ha presentato numerose immagini del nuovo progetto evidenziando come l’architettura varia e ricca di sfaccettature si inserisce nel contesto urbano e contribuisce in tal modo allo sviluppo di Bolzano. La struttura è leggera, elegante, conferisce a Bolzano un aspetto completamente nuovo e crea nuovi spazi. Essa è accessibile da tre lati e racchiude in sé la stazione delle autocorriere, un centro commerciale dotato di attrattiva, spazi per abitazioni ed uffici nonché esercizi di ristorazione e un albergo cittadino di qualità. A ciò si aggiungono un parco della stazione completamente rinnovato ed integrato nonché spazi verdi di qualità.

Impulsi per le persone e l’economia – valore aggiunto per Bolzano e l’Alto Adige

Al fine di realizzare questo progetto il gruppo SIGNA con sede a Innsbruck è disposto ad investire a Bolzano attraverso la sua controllata bolzanina KHB Srl una somma pari a circa 300 milioni euro. Ciò fornirà impulsi diretti per l’economia che anche a Bolzano fatica a crescere già da qualche tempo, come ha spiegato Hager: “Nella fase di costruzione della durata di tre anni contiamo di impiegare dai 300 ai 400 lavoratori del settore dell’edilizia; inoltre negli esercizi del Kaufhaus Bozen-Bolzano circa 800 persone troveranno invece impiego in pianta stabile”. Anche il gettito fiscale è notevole – e non per il solo motivo che la società progetto KHB Srl ha la sua sede legale e fiscale a Bolzano. Solo attraverso l’imposta municipale immobiliare (IMI) il Comune di Bolzano può contare su entrate aggiuntive pari a 1 milione di euro all’anno. “Secondo una stima prudente a ciò si aggiungono 15 milioni di euro di gettito fiscale aggiuntivo all’anno per Bolzano e l’Alto Adige “, ha spiegato Hager. Oltre agli esercizi commerciali locali è previsto l’inserimento di nuovi operatori con marchi richiesti da fuori provincia. “Ciò comporta un’ulteriore creazione di valore aggiunto attraverso l’insediamento di nuovi esercizi che siamo in grado di garantire sin da ora”, ha proseguito Hager.

Nuove opportunità come città commerciale

Hager ha inoltre annunciato ulteriori manifestazioni, tra cui un convegno sull’argomento commercio, tendenze e prospettive future: “SIGNA è un gruppo molto professionale e collabora a sua volta con imprese molto professionali. A breve avrà inizio la fase di prenotazione per le imprese commerciali altoatesine interessate ad insediarsi negli spazi commerciali situati nel nuovo centro commerciale”, ha dichiarato Hager.

L’associazione “Bolzano Domani – Zukunft Bozen” è soddisfatta

Anche la presidente dell’associazione “Bolzano Domani – Zukunft Bozen” Anna Pitarelli si è detta molto soddisfatta: “Seguiamo l’argomento sin dal principio e abbiamo riconosciuto con entusiasmo le opportunità che il progetto targato SIGNA offre per Bolzano e per i suoi cittadini. Per un periodo le prospettive sembravano peggiorare, nel momento in cui il Comune di Bolzano ha stabilito dei criteri molto restrittivi e la presentazione di un progetto da parte di SIGNA era in dubbio. Oggi siamo molto lieti che SIGNA sia riuscita a sviluppare un progetto di grande attrattiva nel rispetto dei criteri stabiliti. Seguiremo con la massima attenzione i prossimi passi”. Inoltre Pitarelli ha fatto notare il grande consenso che le attività dell’associazione stanno raccogliendo nella popolazione e ha invitato i cittadini ad aderire all’associazione nonché ad impegnarsi assieme per Bolzano.

SHOWROOM

Palazzo Menz, via della Mostra 2, 39100 Bolzano

Orari di apertura:

lunedì – venerdì: ore 16.00 – ore 20.00

sabato: ore 10.00 – ore 14.00

CONTATTO: info@kaufhaus-bozen.com

SIGNA

Con un volume di oltre 6 miliardi di euro in termini di investimento e a quindici anni dalla sua costituzione, il gruppo SIGNA è cresciuto per collocarsi oggi fra le prime e più importanti società immobiliari in Europa. Operando in cinque aree commerciali, il gruppo societario comprende, oltre a SIGNA Development, il fondo immobiliare chiuso SIGNA PROPERTY FUNDS con sede a Düsseldorf nonché la boutique di investimento SIGNA RECAP con sede a Monaco di Baviera. Dalla fine dell’anno 2010 SIGNA Prime Selection AG rappresenta la quarta area di attività del gruppo SIGNA. La società SIGNA Prime Selection AG concentra le proprie risorse in investimenti e nella detenzione a lungo termine di immobili prestigiosi collocati nelle posizioni più ricercate di città europee e rappresenta inoltre il maggiore proprietario privato di immobili nel centro di Vienna. I restanti azionisti della SIGNA Prime sono la Falcon Private Bank di Zurigo nonché imprenditori di spicco e top manager come il prof. Roland Berger, Wendelin Wiedeking, Torsten Toeller, Harti Weirather, Ernst Tanner e Hans Peter Haselsteiner. La quinta area denominata SIGNA Retail riunisce tutte le attività commerciali operative del gruppo SIGNA.

Per la realizzazione del “Kaufhaus Bozen-Bolzano” nel 2013 è stata costituita la società KHB Srl con sede legale e fiscale a Bolzano. KHB è una società controllata al 100% dal gruppo SIGNA.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *