Cronaca Ultime Notizie

Fanno la spesa senza pagare, due cassiere denunciate

30 Agosto 2014

author:

Fanno la spesa senza pagare, due cassiere denunciate

Era la metà dello scorso maggio quando personale del Nucleo per la Tutela del Patrimonio aziendale di una nota catena di supermercati ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Bolzano. Da una dettagliata verifica eseguita sul bilancio 2013 di un grosso esercizio commerciale cittadino, infatti, al funzionario risultavano diversi ammanchi, quantificati in circa 300.000,00 (trecentomila/00) euro! Decisamente troppi per passare inosservati, tanto più che, a seguito di un ulteriore controllo riferito agli ultimi mesi, risultavano mancare all’appello ben 24 televisori.  I militari dell’Arma, convinti fin dall’inizio che dietro la “voragine” ci fosse quanto meno la connivenza, laddove non la piena responsabilità, di qualche dipendente del supermercato, hanno effettuato uno screaning del personale, iniziando a monitorarne i movimenti. In particolare, i Carabinieri hanno controllato i dipendenti ritenuti maggiormente “a rischio”, ovvero gli addetti alle casse. Dopo qualche servizio di attenta e discreta osservazione è emerso chiaro che vi fosse qualcuno che consentiva ai carrelli di colleghi ed amici di “passare liscio”, o quasi, alla cassa.  A Giugno i militari intervengono e fermano una delle cassiere in compagnia del marito; i due erano appena usciti dal supermercato con un carrello colmo di merce con beni di ogni genere, pagata poco meno di 30 euro. In quel caso i due, ignari dell’attività investigativa in corso, avevano fornito risposto piuttosto evasive agli investigatori, che avevano fatto buon viso a cattivo gioco. Nonostante la consapevolezza del fatto che in azienda ci fosse un maggior controllo, gli ammanchi sono continuati anche successivamente. Ad agosto un’altra cassiera è stata fermata dai Carabinieri con una spesa del valore di circa 400,00 (quattrocento) euro, che aveva oltrepassato i varchi delle casse senza che fosse stato pagato alcunché. Il carrello, in quel caso, era stato trasportato da una coppia di amici di una cassiera; all’uscita dal supermercato i militari dell’Arma, nel controllare i due, li hanno trovati addirittura in possesso della classica “lista della spesa” che era stata loro consegnata dalla cassiera compiacente! Al termine di questo intervento, la donna è stata licenziata in tronco e le indagini sono giunte ad una svolta decisiva. Stamattina, a conclusione dell’operazione, i Carabinieri hanno effettuato 5 perquisizioni domiciliari a carico di 4 persone, 2 cassiere, il marito di una ed il compagno dell’altra. Anche in questo caso i riscontri sono stati positivi: sequestrati mobili da giardino, 2 televisori ed elettrodomestici vari, del valore di qualche migliaio di euro. Le 4 persone denunciate dovranno rispondere di furto aggravato in concorso.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *