Cultura & Società Ultime Notizie

4 milioni di visitatori al Museo archeologico dell’Alto Adige

22 Agosto 2014

author:

4 milioni di visitatori al Museo archeologico dell’Alto Adige

Da oggi sono 4 milioni le persone provenienti da ogni parte del mondo che hanno visitato il Museo archeologico dell’Alto Adige. Oggi (22 agosto) una famiglia olandese ha staccato il biglietto di ingresso numero 4.000.000.

A ricevere per prima la notizia dalla direttrice Angelika Fleckinger, poco dopo l’apertura del museo alle ore 10, è stata la famiglia van Stek proveniente da Zeist in Olanda e in vacanza in Alto Adige. La figlia maggiore Floor di 6 anni ha infatti staccato il biglietto numero 4.000.000. Per questo è stata accompagnata insieme a papà Rob, mamma Ingrid e il fratellino Guus direttamente dalla direttrice in una speciale visita guidata alla scoperta dell’Uomo venuto dal ghiaccio, ricevendo anche un pacchetto sorpresa dedicato proprio a Ötzi. Ferratissima sul tema, la piccola Floor ha posto alla direttrice Fleckinger – archeologa – precise domande su Ötzi.

Il Museo archeologico dell’Alto Adige è stato inaugurato il 28 marzo 1998 e negli ultimi 16 anni ha attirato una media annuale di circa 250.000 visitatori. L’85-90% degli ospiti arriva da fuori Alto Adige, la maggior parte dall’Europa ma molti anche dal Vicino Oriente, dall’Asia e da oltreoceano. Ormai il museo costituisce parte integrante dell’immagine della città di Bolzano e un’attrattiva turistica per l’intera provincia.

A far conoscere l’Uomo venuto dal ghiaccio e il suo tempo a ben 4 milioni di visitatori hanno contribuito innumerevoli resoconti dei mass media e filmati. In musei e libri di storia e scolastici di tutto il mondo Ötzi è ormai visto come uno dei simboli di un’epoca: un uomo dell’età del rame, completamente conservato insieme al suo equipaggiamento, che ha dato un volto alla rappresentazione del neolitico.

In foto: La direttrice Fleckinger con la famiglia olandese van Stek-Smeenk che ha staccato il biglietto numero 4.000.000 per vedere Ötzi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *