Cultura & Società Ultime Notizie

Una laurea magistrale Bolzano-Innsbruck per lo sviluppo dell’ambiente rurale e delle regioni montane

8 Luglio 2014

author:

Una laurea magistrale Bolzano-Innsbruck per lo sviluppo dell’ambiente rurale e delle regioni montane

Una laurea magistrale Bolzano-Innsbruck per lo sviluppo dell’ambiente rurale e delle regioni montane

In autunno, le due università di Bolzano e Innsbruck offriranno agli studenti una nuova laurea magistrale dedicata alla gestione ambientale delle regioni montane. Il programma di studi biennale è stato denominato Environmental Management of Mountain Areas (EMMA). Le iscrizioni – esclusivamente online sul portale www.unibz.it – sono possibili fino al 19 agosto 2014.

Il percorso di studi, internazionale ed interdisciplinare, è incentrato sulle regioni montane della Terra e, in particolare, il focus è posto sull’ambiente alpino, con un occhio di riguardo ai cambiamenti ambientali in atto e agli sviluppi socio-economici dell’ambiente rurale. Oltre a materie fondamentali dell’ecologia e delle scienze naturali come l’ecologia del paesaggio, l’idrologia, il telerilevamento e la statistica applicata, durante il corso particolare attenzione sarà riservata a materie come, ad esempio, il management delle foreste montane o dei sistemi agricoli nei territori montani, il restauro degli ecosistemi, la pianificazione del paesaggio, il turismo e lo sviluppo agrario sostenibile.

Le lezioni del primo anno si terranno a Bolzano, quelle del secondo anno a Innsbruck. La laurea magistrale in gestione ambientale è un corso di studio a tempo pieno della facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano realizzato in cooperazione con la facoltà di Scienze tecniche della Leopold-Franzens-Universität di Innsbruck. La laurea prepara alla professione di dottore forestale e ambientale e permette di accedere a un dottorato di ricerca. Il percorso è rivolto ai laureati nei settori dell’ingegneria e delle scienze naturali. La lingua di insegnamento, oltre all’italiano e al tedesco, sarà prevalentemente l’inglese.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *