Cronaca Ultime Notizie

Raccolta differenziata: presentati i risultati con l’introduzione del nuovo sistema bolzanino

18 Luglio 2014

author:

Raccolta differenziata: presentati i risultati con l’introduzione del nuovo sistema bolzanino

Bolzanini virtuosi: differenziata al 67% con un + 20% rispetto al primo semestre del 2013

È passato quasi un anno da quando è stato introdotto il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti con la relativa tariffa. Ora che la SEAB dispone di misurazioni esatte del volume dei rifiuti residui smaltiti delle singole ditte, famiglie e condomini, è possibile stilare un primo bilancio, in gran parte positivo. Stamane nel corso di una conferenza stampa in municipio, l’Assessora all’Ambiente Patrizia Trincanato ha illustrato i risultati del nuovo sistema di raccolta rifiuti.

“Il successo del nuovo sistema -ha sottolineato l’Assessora Trincanato-  è stato evidente già a pochi mesi dal suo avvio: a dicembre 2013 la percentuale di raccolta differenziata era salita al 67,7% e si è stabilizzata su questo valore nel corso della prima metà del 2014 (media del 67%), con un incremento di quasi il 20% rispetto al primo semestre del 2013, quando la percentuale era del 47,7%. Questo equivale a una media del 40% (quasi 12.000 tonnellate) di rifiuti residui in meno ogni anno, un risultato che ha superato del 50% le previsioni e le aspettative dichiarate alla vigilia dell’introduzione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, quando si prevedevano 8.000 tonnellate in meno. In linea con questo bilancio, estremamente positivo, – ha aggiunto Trincanato- sono anche gli aumenti registrati nella raccolta dei singoli materiali”.

Dal confronto tra il primo semestre 2013 e lo stesso periodo del 2014 emergono altri dati significativi: la produzione totale di rifiuti nella città di Bolzano (calcolata sulla media annua) è scesa di quasi 4.000 tonnellate. I responsabili SEAB , (presenti in conferenza stampa il presidente Rupert Rosanelli, la direttrice Verena Trockner e l’ing. Andrea Girinelli)  ritengono che le cause non vadano cercate esclusivamente nella crisi economica o in una maggiore consapevolezza ambientale; il merito è soprattutto del nuovo sistema di raccolta, che ha reso molto più complicato lo smaltimento illegale dei rifiuti domestici provenienti dalle comunità limitrofe. Infatti, le statistiche provinciali sui rifiuti residui raccolti nelle località intorno a Bolzano dimostrano un forte incremento in tutte le comunità già nel 2013.

Prime bollette in base alle misurazioni reali della produzione di rifiuti
In questi giorni e settimane la SEAB sta emettendo le prime fatture calcolate in base alla nuova tariffa rifiuti 2014 ed alle quantità effettivamente misurate di rifiuti residui, prodotti dalle singole utenze (case, condomini, ditte, ecc.). La fattura si riferisce al periodo 1.1.2013-30.04.2014 e contiene anche il conguaglio per l’anno 2013. Fino ad oggi sono state emesse le fatture per ca. 46.000 utenze; mancano ancora 1.300 utenze non domestiche e 10.500 utenze domestiche, dove è necessario fare un controllo ulteriore sui dati.
Nella fattura non sono stati considerati eventuali cambiamenti del numero dei componenti del nucleo familiare avvenuti nell’anno corrente. Queste variazioni saranno applicate nelle prossime fatture con effetto retroattivo alla data di effettiva variazione anagrafica. In ogni modo, alla fine dell’anno corrente verrà svolto un ricalcolo su tutto l’anno, per riequilibrare i periodi di maggiore e minore produzione di rifiuti.

I costi e le possibilità di risparmio
La SEAB effettua rilevamenti  non solo sulla quantità di rifiuti raccolti, ma anche sui costi di raccolta e riciclaggio. I tecnici fanno notare che:  “La raccolta e lo smaltimento di una tonnellata di rifiuti residui costano esattamente 316 €. I costi per i rifiuti raccolti in modalità differenziata sono significativamente più bassi: per raccogliere una tonnellata di rifiuti di plastica e conferirla al riciclaggio, i bolzanini pagano circa 200 €, raccogliere e riciclare una tonnellata di cartone ci costa in media 100 €, il costo di raccolta e riciclaggio di una tonnellata di carta è di circa 20 €”.

Le evidenti differenze dei costi sono dovute in parte a fattori come, per esempio lo sforzo organizzativo: quanto tempo e quanti lavoratori occorrono per la raccolta, quali mezzi e veicoli vengono impiegati, ecc.; ma anche dalla purezza del materiale raccolto: maggiore è il grado di impurità (materiali estranei, sporcizia), minore è il valore industriale e più elevati sono i costi effettivi che si ripercuotono in tariffa. Se ad esempio gli imballaggi in plastica contengono più di 15 % di materiali estranei, prima di essere mandati al riciclaggio, devono passare un’ulteriore cernita manuale i cui costi incidono sul prezzo finale che tutti noi tutti dobbiamo pagare. Questo significa che anche noi cittadini e le cittadine di Bolzano influiamo sui costi e quindi sulla propria tariffa rifiuti. Separando correttamente i rifiuti e portando alla raccolta solo materiali puliti è possibile mantenere i costi più bassi.

Da sx: V.Trockner, R.Rosanelli, P.Trincanato e R.Spazzini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *