Politica Ultime Notizie

Clandestini quotidianamente rispediti in Italia dalla polizia austriaca

14 Luglio 2014

author:

Clandestini quotidianamente rispediti in Italia dalla polizia austriaca

Oggi pomeriggio si è svolta presso il confine di Stato Italo-Austriaco del Brennero una conferenza stampa della Lega Nord. La stessa è stata voluta dal Commissario Maurizio Fugatti e dai militanti per sottolineare il continuo respingimento da parte della Polizia austriaca  di clandestini che la notte tentano di lasciare l’Italia verso altri Paesi europei.

“A mio giudizio la Polizia austriaca fa bene ad operare in questa maniera, perché vi deve essere una regolamentazione dei flussi migratori. In effetti può essere corretto aiutare queste povere persone, ma in primis bisogna tutelare i cittadini dei Paesi ospitanti. L’immigrati devono essere accolti, registrati, controllati dal punto di vista igienico sanitario e bisogna avere un idea del cosa dare loro e di come impiegarli ed integrarli nel tessuto socio economico dei vari contesti nei quali vengono inseriti. Non si può sempre operare in maniera superficiale ed incompleta come voluto dal ministro Alfano per l’operazione Mare Nostrum. O le cose si fanno in maniera corretta o è meglio non avventurarsi in progetti di questa portata. Ho chiesto con fermezza al nostro commissario che la Lega Nord fosse presente anche al cippo di confine del Brennero, che delimita il confine tra le due nazioni, per il valore simbolico che questa opera ha. In effetti negli anni lo stesso è stato usato per essere simbolo dell’italianità dell’Alto Adige da parte dei partiti della destra italiana e per rivendicare la voglia d’indipendenza dal partito di Eva Klotz .

La Lega, con la sua presenza in tale luogo, al confine tra le due nazioni, vuole sottolineare, la disparita di comportamento in tema d’immigrazione tra l’Italia e gli altri stati europei” – afferma Massimo Bessone, Consigliere Comunale Lega Nord di Bressanone e Coordinatore Lega Nord valli Isarco e Pusteria in un comunicato.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *