Sport Ultime Notizie

ROAD TO BRASIL: E’ SUBITO FINALE REPLAY

3 Maggio 2014

author:

ROAD TO BRASIL: E’ SUBITO FINALE REPLAY

Spagna e Olanda. Non serve molto altro per presentare un gruppo che il 13 giugno metterà sul piatto addirittura la replica dell’ultima finale Mondiale che portò, con un 1-0 molto combattuto firmato da Iniesta al minuto 116, la Coppa del Mondo nelle mani di Casillas. Chiudono il quartetto un Cile assai competitivo e l’immancabile Australia che nelle ultime edizioni è sempre stata qualcosa in più di una punta di esotico. C’è, insomma, di che divertirsi.

Gruppo B Spagna

SPAGNA. L’ossatura degli iberici è sempre la stessa, quella che ha condotto La Roja sul tetto Europeo, Mondiale e ancora Europeo. Una considerazione che ha due facce ben distinte: da una parte una caratura tecnica che i risultati certificano come tra le più grandi della storia, dall’altra una certa usura e, forse, pancia piena. In ogni caso gente come Xavi, Iniesta, Xabi Alonso, Sergio Ramos, Casillas, Torres e, chissà, Llorente rappresenta una ciurma di alta pirateria per questi campi. Non si arrenderà facilmente. C’è, poi, quel Diego Costa diamante dell’Atletico Madrid che ha scelto la Spagna anziché il natio Brasile: un gesto forte considerando anche dove si giocano i Mondiali. Se vogliamo uno dei pochi elementi di novità sullo scacchiere di Del Bosque. Curiosità: la sfida all’Australia del 23 giugno sarà un inedito assoluto.

Gruppo B Olanda

OLANDA. Un cammino di qualificazione senza inciampo e uno scorer regolare come un metronomo in Van Persie (11 gol) sono le prime credenziali di questa Nazionale che nelle grandi occasioni c’è (quasi) sempre. I match di avvicinamento, però, possono anche essere poca  cosa e gli Oranje lo sanno considerando come è finita l’avventura all’ultimo Europeo: un’eliminazione precoce che rappresenta probabilmente il punto più basso di questa Nazionale nell’ultimo decennio. Così lo scrigno olandese è stato affidato nelle mani di uno che le chiavi dell’Olanda le ha tenute spesso in mano: Van Gaal. Allenatore prendere o lasciare, intransigente ed efficace, mediatico e determinato. Vincente o fallimentare: senza vie di mezzo. Sarà così anche la sua squadra che può puntare su individualità di primo ordine (oltre a Van Persie, Robben o Van der Vaart c’è ancora un certo Sneijder e un cecchino come Huntelaar, ma anche la nuova generazione brillante degli Under 21) che dovranno necessariamente piegarsi all’organizzazione tattica. Da questa fusione a freddo dipende il destino di una delle favorite.

Gruppo B Cile

CILE. Vedere il Cile già schiacciato dalle due potenze che dovrà affrontare può essere un errore davvero fatale. Questa Nazionale sudamericana, infatti, ha notevoli qualità ed è guidata da un coach come Sampaoli, fedele al credo di Bielsa capace di aggiungere sempre qualcosa di suo. Vidal e Sanchez sono le schegge più note dei cileni, anche se entrambi per un motivo o per l’altro non arrivano brillantissimi all’appuntamento mondiale. Isla, dal canto suo, in questo momento è più noto che efficace ma è quasi certo che dall’organizzazione di Sampaoli spunterà qualche altro nome a sorpresa. Potremmo dire che da qui potrebbero uscire nomi buoni pure per il mercato dei club. Uno da annotare è di certo Claudio Bravo. Da seguire, dunque, con grande attenzione. Fondamentale sarà la sfida con la Spagna: sempre messa in difficoltà, ma mai battuta.

FBL-JPN-AUS-ASIA-WC2014

AUSTRALIA. Diciamocelo con onestà: in questo gruppo i Socceroos rischiano di fare la fine delle lattine schiacciate. Giunta al terzo Mondiale di file l’Australia difficilmente potrà replicare la sorpresa di altre edizioni. Un po’ per la forza delle avversarie e molto per una caratura tecnica che non è delle migliori. La Nazionale d’Oceania, infatti, vive il più classico dei momenti di transizione con un allenatore nuovo, Postecoglou, e tanti giocatori con o senza troppa esperienza. Cahill e Neill, comunque, i nomi più importanti di una rosa dove manca, probabilmente, la generazione giusta: quella di mezzo.

Alan Conti

 

IL CALENDARIO:

Venerdì 13 giugno ore 21.00 SPAGNA-OLANDA (Salvador)

Venerdì 13 giugno ore 00.00 CILE-AUSTRALIA (Cuiaba)

Mercoledì 18 giugno ore 18.00 AUSTRALIA-OLANDA (Porto Alegre)

Mercoledì 18 giugno ore 21.00 SPAGNA-CILE (Rio de Janeiro)

Lunedì 23 giugno ore 18.00 AUSTRALIA-SPAGNA (Curitiba)

Lunedì 23 giugno ore 18.00 CILE-OLANDA (San Paolo)

 

IL NOSTRO PRONOSTICO:

Olanda 7, Spagna 5, Cile 4, Australia 0

Il vostro?

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *