Cultura & Società Ultime Notizie

L’ippodromo di Bolzano

6 Maggio 2014

author:

L’ippodromo di Bolzano

L’Oggetto del mese all’Archivio Storico Città di Bolzano. L’ippodromo “Roma” di Bolzano

Le corse ippiche negli anni Trenta in provincia di Bolzano non erano una esclusiva meranese; è poco noto ma anche Bolzano aveva il suo ippodromo. Opera minore rispetto al grande ippodromo di Maia, Bolzano inaugurava il 28 aprile 1935 nel greto dell’Isarco un ippodromo con l’altisonante nome di “Roma”.
L’ippodromo era stato costruito dalla Società Ippica sul greto destro del fiume Isarco. Attorniato da una palizzata bianca presentava un percorso ad anello con ostacoli di vario genere. Le cronache locali riportano la notizia dell’inaugurazione avvenuta alla presenza del Duca di Pistoia e delle autorità locali, tra le quali il prefetto fascista Mastromattei. Per l’assenza di tribune la folla cospicua presente all’evento si dovette ammassare attorno all’ippodromo, mentre per le autorità fu costruita una tribuna d’onore all’interno del Lido. L’ippodromo inaugurò la sua stagione con delle corse ippiche ad ostacoli e una corsa al galoppo di cavalli avelignesi di Renon, Avelengo e San Genesio.
Delle vicende successive dell’ippodromo non ci sono molte notizie. Si può desumere che, come l’adiacente stabilimento balneare, dovette subire dei danni durante i bombardamenti. Nel 1951 fu prevista la rimozione della palizzata e l’area dell’argine destro del fiume Isarco fu destinata ad ospitare l’ampliamento del Lido di Bolzano, che prevedeva una nuova piscina e campi da gioco oltre che campi da tennis.

Oggetto del Mese. Si tratta di oggetti particolari che normalmente non sono esposti al pubblico e che vengono scelti sia per la loro importanza, sia perché in grado di suscitare curiosità nei visitatori. Da febbraio 2012, ogni mese, nel foyer del Museo Civico, negli spazi del Museo della Scuola o nell’Infopoint dell’Archivio Storico (via Portici 30) è presentato un oggetto accompagnato da una scheda informativa, che il visitatore può portare con sé e conservare. L’idea dell’oggetto del mese non ha una scadenza: gli oggetti e i documenti sono talmente tanti e interessanti che alla fine il visitatore potrà costruirsi uno schedario personale, oltre ad avere conosciuto tramite essi una parte della storia della città.

All’Archivio Storico in via Portici 30 – foto: L’ippodromo “Roma” di Bolzano

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *