Il vescovo Muser illustra l’esito della visita pastorale nell‘Unità pastorale Alta Val d’Isarco

3 Maggio 2014

author:

Il vescovo Muser illustra l’esito della visita pastorale nell‘Unità pastorale Alta Val d’Isarco

Oggi, a Bolzano il vescovo Ivo Muser ha consegnato personalmente al consiglio pastorale unitario e ad alcuni sacerdoti la lettera in conclusione della visita pastorale nell’Unità pastorale Alta Val d’Isarco.
L’Unità pastorale Alta Val d’Isarco è l’Unità più grande della regione, pertanto tale visita pastorale è durata da ottobre 2013 a marzo 2014. “Ritengo molto importanti i numerosi incontri che hanno caratterizzato questa visita pastorale”, ha detto il vescovo Muser, che vede nelle celebrazioni eucaristiche, nei pellegrinaggi e negli incontri durante la visita pastorale dei passi importanti per la pastorale nel luogo. “Nell’Unità pastorale Alta Val d’Isarco ci sono molte persone che s’impegnano attivamente e con corresponsabilità; e il decano Josef Knapp è una locomotiva preziosa; il suo impegno umano, religioso, organizzativo e pastorale è lodevole”, ha detto il vescovo.
Nella lettera scritta per l’Unità pastorale, il vescovo Muser dà indicazioni concrete, di cui egli ha informato nell’incontro odierno: bisogna fare qualcosa contro l’emergenza spirituale, ad esempio rafforzando i piccoli gruppi, in cui viene vissuta e testimoniata la fede; il vescovo ha poi invitato a utilizzare la ricchezza delle celebrazioni liturgiche nelle singole parrocchie, a imparare a comprendere sempre più il valore di essere Chiesa, perché si possa diventare più missionari. Allo stesso tempo ha esortato a portare avanti l’unità nell’Unità pastorale, anche attraverso corsi d’aggiornamento e approfondimenti sulla fede. “Si tratta anche di capire quali siano le tradizioni da mantenere, quali siano quelle da rianimare e quelle da cancellare”, ha concluso il presule.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *