Cultura & Società Ultime Notizie

Il Mercato Generale di Bolzano batte la crisi

8 Maggio 2014

Il Mercato Generale di Bolzano batte la crisi

Bilancio in attivo per il 2013 con il fatturato in crescita del 5,5 per cento rispetto all’anno precedente, un aumento di circa il 4 per cento di afflusso della clientela, leggero anche l’aumento dei clienti tesserati, 134 unità fra titolari e dipendenti per quanto riguarda la situazione occupazionale: questi i risultati che la Presidente Alda Picone ha presentato alla Assemblea dei soci del Consorzio- costituito da Comune di Bolzano, Provincia, Camera di Commercio, Unione Frutta e Unione Operatori – che gestisce il Mercato Generale di Bolzano.

Presente il Vicesindaco Klaus Ladinser, la Presidente ha sottolineato come sia necessario, oltre al consueto lavoro di rilevazione dei prezzi fatto in collaborazione con i Vigili annonari della Polizia municipale di Bolzano, il cui scopo principale è quello diffondere la conoscenza dei prezzi delle merci più vendute, continuare con le iniziative rivolte ai consumatori, e ai giovani in particolare, per contribuire a migliorare la cultura alimentare con una attenzione particolare rivolta alle produzioni tipiche e tradizionali.

Ricco il programma presentato per l’anno in corso con iniziative mirate a sostenere i prodotti locali (“le giornate del gusto”) che prevedono la partecipazione del pubblico, e in particolare delle famiglie con i bambini.

Il coinvolgimento e l’adesione del mondo scolastico continua con le “Porte aperte al Mercato – la frutta nelle scuole con l’ormai celebre testimonial Bruco “Poppy”, personaggio chiave dei libretti didattici pensati per le classi delle scuole elementari. “Ogni frutto al momento giusto” è l’idea forza che esemplifica il mangiar sano e gustoso legando frutta e verdura alla stagione di maturazione delle stesse.

Verrà creato un Percorso didattico: + frutta e verdura + colori = + salute con pannelli, che vedrà protagonisti i prodotti oggetto delle stagioni e delle giornate del gusto effettuate nel corso degli ultimi anni al Mercato.

Il Progetto “Lo spreco del cibo a casa: mettiamo a dieta la pattumiera cercherà di sensibilizzare gli studenti e i cittadini anche con questionari sull’argomento.

Alda Picone ha ribadito infine il disagio derivante dalla insufficienza degli spazi e quindi la necessità di creare un centro più ampio sia per la parte riguardante la vendita all’ingrosso –per le piccole strutture e gli ambulanti – sia per il dettaglio. Non ultimo l’aspetto emerso nel dibattito che riguarda la necessità di razionalizzare i trasporti commerciali all’interno della Città. Questo anche in previsione dello spostamento del Mercato che si renderà necessario per far spazio alla realizzazione del Progetto dell’Areale Ferroviario

 

 

Giornalista, scrittrice, editore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *