Cultura & Società Ultime Notizie

I LUOGHI DEL MODERNO, MEMORIA, CONSERVAZIONE E PROGETTO

10 Aprile 2014

author:

I LUOGHI DEL MODERNO, MEMORIA, CONSERVAZIONE E PROGETTO

Il previsto abbattimento del complesso scolastico Pascoli/Longon accende ancora il dibattito.
VENERDì 11 APRILE, alle ore 19.30
presso il Circolo di Presidio di via Druso 20, a Bolzano
grazie ad una collaborazione fra Unuci Bz e l’Associazione Futuro Alto Adige verrà proposto un interessante confronto di alto livello sulla tutela e valorizzazione del patrimonio architettonico e urbanistico moderno del capoluogo, con particolare riferimento alla conservazione degli insiemi omogenei, quali tasselli originali del tessuto urbano, come è per esempio ancora il riconoscibilissimo complesso scolastico Pascoli/Longon.
Ospiti della serata l’architetto di Genova Riccardo Forte, impegnato da anni in ambito internazionale sul fronte della conservazione e studio della architettura moderna, membro dell’Istituto con sede in Parigi Docomomò, e l’architetto bolzanino Oswald Zoeggeler, autore di testi di alto profilo scientifico sull’architettura a Bolzano nel periodo razionalista.
LA CITTADINANZA E’ INVITATA A PARTECIPARE
Titolo della serata: i luoghi del Moderno, memoria, conservazione e progetto

Le riflessioni critiche previste si soffermeranno in particolare sul valore degli edifici moderni in relazione all’identità urbanistica e ai rapporti di scala che caratterizzano il luogo nel quale si sviluppano. Riflessioni, avvisa Riccardo Forte, che a prescindere dalla qualità architettonica di ogni singolo manufatto, comprendono che gli edifici razionalisti – a Bolzano come spesso altrove – partecipano alla costituzione di un’unica e originale visione urbana che definisce l’imprinting identitario del segmento urbanistico nel quale si collocano.
Una riflessione, se trasportata nell’attualità, che richiama la necessità di salvaguardare l’insieme degli edifici quali complesso armonico di uno spazio urbano che è tale per come è stato definito e pensato. Un appello alla ragionevolezza, alla necessità di rivedere le scelte più radicali, di abbattimento, che si annunciano ormai come imminenti per il complesso Pascoli/Longon e con esso per uno dei frammenti più significativi ed originali della città di Bolzano.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *