Cultura e società Ultime Notizie

FESTIVAL, ORA IL CUORE BATTE FORTE

10 Aprile 2014

author:

FESTIVAL, ORA IL CUORE BATTE FORTE

Vero che il festival studentesco dura mesi di preparazione e settimane di prove, ma la sua anima centrale rimangono le serate moderne in arrivo domani e sabato per chiudere la rassegna decretando, naturalmente, il vincitore. Si può dire che questa manifestazione sia nata qui per poi svilupparsi in tutte le sue molteplici appendici: le serate classiche, le esposizioni d’arte figurativa, lo sport, la fotografia e le creazioni digitali. Il palco del Palasport, dunque, aprirà le esibizioni domani sera alle 20, ma già in questi giorni è frequentato per le prove: musical, cantanti singoli, band, danza e nuove categorie per ragazzi pronti a sottoporsi al giudizio del pubblico. “Una folla numerosa e calda – sottolinea il presentatore e organizzatore con l’Artist Club Max Berloffa – che rappresenta un banco di prova davvero significativo per artisti molto giovani”. Molti di loro, oltretutto, si trovano ad affrontare per la prima volta questa situazione e gli studenti tifosi sono storicamente poco inclini alla clemenza. D’altronde il festival è il festival. Non si discute.

Sessantasei le esibizioni previste nelle due serate: a pensarci un’abbuffata che difficilmente viene offerta in due spettacoli. Un numero che restituisce anche la proporzione del lavoro che i volontari dell’Artist Club devono mettere in piedi per mantenere la manifestazione. Di certo molta soddisfazione si è  già registrata per la qualità di quanto offerto al Teatro Cristallo la settimana scorsa e per il divertimento, baciato dal sole, delle gare sportive di domenica. Prove che hanno portato diversi punti nelle varie cascine ma è assai probabile che la classifica definitiva dipenda in modo decisivo dagli ultimi due appuntamenti, anche se Artist Club giustamente non fiata nemmeno sulle virgole. Storicamente, comunque, è così e gli studenti lo sanno: per questo al Palasport le farfalle nello stomaco sono di più e il tifo è più forte. Le favorite sono le solite: il liceo scientifico “Torricelli” bicampione in carica, il liceo classico “Carducci” e il liceo “Pascoli”. L’albo d’oro del festival, però, è pieno di sorprese ed escludere altri istituti a priori sarebbe da pivelli. Tra le granitiche regole non scritte della manifestazione anche la disposizione delle scuole all’interno del Palasport con il Carducci al secondo anello a sinistra del Pascoli, il Torricelli più centrale al piano di sotto e il Pascoli centrale, ma sul lato destro. Nel cerimoniale consolidato si innesca da qualche anno la voglia di allargarsi al mondo tedesco con la conduzione bilingue e specifiche categorie. Qualcosa si muove e ogni edizione è un passo in più. Il resto è, giustamente, spettacolo in attesa di quel momento unico di sabato notte quando si annuncerà il secondo classificato e a festeggiare sarà chi non avrà ancora sentito il nome della propria scuola.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *