Politica

Nel Canton Ticino solo a viso aperto

22 Settembre 2013

author:

Nel Canton Ticino solo a viso aperto

Burqa

In Svizzera si ricorre al referendum molto più spesso che in Italia, così anche  sulla questione del burqa. Secondo quanto pubblicato da fonti giornalistiche autorevoli il 65% degli elettori avrebbe approvato il divieto della “dissimulazione del volto in pubblico”

Secondo una proiezione della Radio Televisione della Svizzera Italiana, dal 65% dei ticinesi sarebbe stata votata la legge anti-burqa, approvando l’iniziativa che vieta la dissimulazione del volto in pubblico. Il Canton Ticino è il primo cantone elvetico a imporre misure così restrittive circa l’uso del velo religioso nei luoghi pubblici. In pratica gli elettori chiamati a scegliere se inserire o meno un nuovo articolo nella Costituzione cantonale atto a vietare “di nascondere il volto nei luoghi pubblici e in quelli aperti al pubblico” oppure bocciare la richiesta, approvano a maggioranza il divieto. Come recita il quesito: “Nessuno può dissimulare o nascondere il proprio viso nelle vie pubbliche e nei luoghi aperti al pubblico (ad eccezione dei luoghi di culto) o destinati ad offrire un servizio pubblico nessuno può obbligare una persona a dissimulare il viso in ragione del suo sesso”. Un passo in nome della laicità e dello Stato progressista? Non tutti sono d’accordo, infatti da parte di organizzazioni islamiche e Amnesty International sono state espresse forti perplessità. 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *