Cronaca

Il Mercato Generale di Bolzano cerca casa

28 Settembre 2013

Il Mercato Generale di Bolzano cerca casa

Alda PiconeValorizza i prodotti locali, come verdura, asparagi, frutti di bosco a Km zero, ma è anche luogo di aggregazione e di manifestazioni artistiche 

E’ notizia di qualche giorno che il Mercato Generale di Bolzano è sfrattato, nel senso che l’area che occupa è coinvolta nel progetto dell’areale ferroviario dove transiterà la linea ferroviaria e dove sarà allestita un’area di servizio per i treni merci. 

Come è noto il Mercato Generale è un complesso di aziende all’ingrosso con funzioni di strumento di politica alimentare, d’informazione e di tutela del consumatore. Situato ai Piani di Bolzano, è importante mercato di approvvigionamento per i dettaglianti di Bolzano e Comuni limitrofi. Offre un’ampia gamma di prodotti, dalla frutta alla verdura principalmente, ma anche prodotti ittici, bibite e altri prodotti alimentari. 

Negozianti, albergatori, ristoratori, dettaglianti, ambulanti, operatori di comunità e di mense pubbliche acquistano a prezzi di assoluta concorrenza i prodotti offerti dal Mercato con ampia scelta e con prezzi concorrenziali. 

«Ritengo il Mercato generale una realtà molto importante per la città di Bolzano e non solo – afferma la presidente Gesualda Picone – che negli ultimi anni oltre a qualificarsi come luogo di commercio è divenuto anche punto di riferimento sociale e artistico. Infatti, dal 2007, da quando sono diventata presidente, sono state realizzate molte iniziative per valorizzare i prodotti locali a Km zero per verdura come asparagi e frutti di bosco. Poi, con gli “Aperitivi dell’Arte”, abbiamo dato agli artisti poco conosciuti la possibilità di esporre le proprie opere offrendo loro gratuitamente lo spazio dove poter allestire le loro mostre. Un’ospitalità apprezzatissima perché un giovane artista non è facile a Bolzano riuscire a farsi conoscere!»

Ora però, essendo la superficie occupata dal Mercato compresa nell’areale ferroviario all’interno del quale dovranno essere spostati i binari della linea ferroviaria in direzione nord, urge che il Mercato trovi un altro spazio dove trasferirsi. Comune di Bolzano (54%), Camera di Commercio (24%), e Provincia Autonoma (10%), i tre principali componenti della SRL che costituisce il Mercato, dovranno trovare al più presto una soluzione.   

Giornalista, scrittrice, editore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *