Politica

Giorgio Balzarini

20 Febbraio 2013

author:

Giorgio Balzarini


AL SENATO IL VICE SINDACO DI MERANO GIORGIO BALZARINI 

di Paolo Gaiardelli

Balzarini Giorgio

IN “SCELTA CIVICA PER MONTI” PER LA DIGNITA’ DEGLI ITALIANI E LA CREDIBILITA’ IN EUROPA

L´autonomia come laboratorio di convivenza in Italia e in Europa ma anche maggiore sussidiarietà verso i Comuni, centralità della formazione e sobrietà della politica: questi alcuni dei temi promossi dalla “Scelta Civica per Monti”, nuova formazione nata attorno al premier uscente e che in Alto Adige sarà presente sia per la votazione alla Camera che per quella al Senato. Nella circoscrizione senatoriale di Merano figura candidato l´avvocato Giorgio Balzarini, vice sindaco della città sul Passirio. 

 

Per quale motivo ha deciso di aderire al movimento “Scelta Civica per Monti”?

“Ho deciso di prendere parte a questo progetto perché c’è assoluto bisogno di risollevare la dignità di noi italiani e di ritrovare in Europa la credibilità che abbiamo perso e che ci spetta”.

Quali sono le tematiche principali che caratterizzano la vostra campagna elettorale, soprattutto in relazione alle particolarità del territorio altoatesino?

“Ritengo che il lavoro svolto da Monti in quest’ultimo anno sia stato fatto bene e con grande coraggio. Ha purtroppo dovuto compiere operazioni tali da far male a tutti ma nell´interesse generale, altrimenti saremmo letteralmente caduti in un vortice da non poterne più uscire. Tutti hanno tolto le mani dal fuoco e hanno chiamato Monti per salvare la barca. Hanno chiamato un tecnico perché le misure impopolari non potevano certo essere fatte direttamente dai partiti, e ora gli addossano la colpa di tutto, dimenticandosi in fretta di aver appoggiato tutte le misure. Grazie a Monti possiamo invece ancora sperare in un futuro per i nostri figli. Vogliamo che Monti possa proseguire nel risanamento dello Stato abbattendo il debito pubblico, rilanciando il mondo del lavoro, ripulendo e riducendo la classe politica dirigente, riformando il bicameralismo classico e non più attuale. In Alto Adige abbiamo la necessità che la nostra autonomia non venga attaccata, ma siamo disponibili a fare la nostra parte per risollevare finanziariamente il Paese Italia, nel pieno rispetto però delle norme costituzionali e degli accordi presi. Ritengo che il candidato capolista Lorenzo Dellai possa essere la garanzia migliore perché ciò avvenga, aldilà di pezzi di carta firmati tra Bolzano – Belluno – Roma. Dellai è un autentico e convinto autonomista e non potrà mai rinnegare se stesso. Si parla in questi giorni di terzo Statuto: siamo assolutamente favorevoli a rimodernare l´attuale Statuto di Autonomia, ma sarà da fare coinvolgendo – sin dall´inizio – tutti, partiti, movimenti, società civile, persone fisiche ovvero tutti coloro che sono per l´autonomia della nostra terra, senza delegarne la stesura a SVP, che impone, e PD, che subisce. Infine dovrà ottenere una larga maggioranza in Consiglio provinciale. Auspichiamo attenzione dal nuovo Governo, oltre che per il finanziamento nel rispetto dei 9/10, al mantenimento degli impegni per le infrastrutture viarie che attraversano l´Alto Adige, sostegno nel mantenimento di strutture sportive, sostegno alle grandi imprese, una politica del lavoro attenta ai giovani e a chi perde il lavoro a pochi anni dalla maturazione della pensione e non riesce più a trovare un´altra occupazione. Per favorire l´accesso ai giovani nel mondo del lavoro bisogna incentivare maggiori tirocini, più interconnessione tra università e impresa, maggiore formazione continua e mobilità. Sarà importante istituire da subito il Fondo di opportunità per i giovani studenti per garantire loro una sostenibilità economica quando saranno all´università o entreranno nel mondo del lavoro”.

Quali sono le aspettative personali e del movimento per queste elezioni?

“La mia è una candidatura di servizio con la quale ho voluto testimoniare la mia e nostra disponibilità, come rappresentanti della lista civica per Merano, per la buona riuscita della lista scelta civica con Monti per l´Italia nel Collegio senatoriale di Merano. Sono convinto che la serietà politica di Monti porterà una ventata di nuova fiducia in chi da troppo tempo si è allontanato dal voto per quanto quotidianamente accade e viene meticolosamente riportato dai mass-media. Bisogna ritornare a votare: è un diritto ma anche un dovere di buoni cittadini”.

Paolo Gaiardelli

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *