Cultura e società Ultime Notizie

Le fibre alimentari non possono mancare nella alimentazione

26 Settembre 2022

author:

Le fibre alimentari non possono mancare nella alimentazione

Le fibre alimentari non sono facilmente scomponibili dagli enzimi digestivi presenti nell’intestino tenue e raggiungono pertanto l’intestino crasso senza essere state digerite, motivo per cui in passato le si considerava un’inutile componente della dieta alimentare. Invece non è affatto così.
Oggi è considerato un fatto indiscusso che le fibre esercitino un effetto positivo sui livelli di zucchero e di grassi nel sangue e sulla pressione sanguigna, riducendo il rischio di obesità estrema, diabete mellito di tipo 2, malattie cardiovascolari e tumorali.
Le fibre alimentari sono per la maggior parte composti di carboidrati che si trovano prevalentemente nelle piante e nei funghi. Ne sono ricchi i cereali integrali, i legumi, la frutta e la verdura, la frutta a guscio e i semi. Gli alimenti di origine animale, invece, ne sono privi.
A seconda della loro composizione chimica, i vari tipi di fibre possono legare quantità diverse di acqua, proprietà in base alla quale le fibre si suddividono in idrosolubili e non-idrosolubili.
Le fibre alimentari solubili, come la pectina e l’inulina, si trovano principalmente nella verdura e nella frutta. Possono immagazzinare nel tratto digestivo una quantità d’acqua pari a diverse volte il loro peso e legarsi ad altre sostanze. Nell’intestino crasso vengono in parte scomposte dai batteri intestinali, favorendo così la formazione di una flora intestinale sana. A loro volta, i prodotti della degradazione batterica proteggono le cellule della mucosa intestinale, riducendo presumibilmente il rischio di tumore all’intestino. Inoltre, le fibre alimentari solubili esercitano un’influenza positiva sui livelli di colesterolo nel sangue.
Le fibre alimentari insolubili, come la cellulosa e la lignina, sono contenute soprattutto nei cereali e nei legumi. Esse fanno sì che il cibo debba essere masticato più a lungo e aumentano il senso di sazietà, poiché dilatano il volume del chimo già presente nello stomaco. Favoriscono inoltre la digestione, stimolando il movimento intestinale e accelerando il transito delle sostanze nell’intestino. Le fibre insolubili vengono scomposte solo in minima parte dai batteri intestinali e in gran parte espulse nelle feci.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com