Cultura & Società Ultime Notizie

Il Bressanone Water Light Festival © powered by Durst traccia a medio termine un bilancio positivo

12 Maggio 2022

author:

Il Bressanone Water Light Festival © powered by Durst traccia a medio termine un bilancio positivo

Anche quest’anno il Bressanone Water Light Festival © si conferma un evento di grande richiamo per il pubblico. A metà della quarta edizione, circa 20.000 visitatori hanno visitato le 24 installazioni di light art nel centro storico di Bressanone. A questo hanno certamente contribuito anche i numerosi reportage dei media nazionali e internazionali. “Che Bressanone entri nei palinsesti nazionali di TG5, TG2, Bell’Italia e Studio Aperto con un evento non è scontato”, afferma il direttore generale di Bressanone Turismo Werner Zanotti. “Siamo ancora più entusiasti del fatto che la nostra città e il Water Light Festival siano stati presenti persino su RTL, NTV in Germania, oltre che nei notiziari di Danimarca, Francia, Polonia, Albania, Gran Bretagna, Cina, Corea, USA e India”. L’elevata presenza sui media ha portato a reazioni immediate in termini di richieste e prenotazioni.

Il grande consenso e la partecipazione attiva della popolazione locale sono molto importanti per gli organizzatori. Oltre 1.500 pass per il festival sono stati acquistati in anticipo dai residenti locali. Dopo le difficoltà iniziali dovute alla sua novità, che hanno portato a qualche incomprensione sulla sua applicazione, il sistema di pagamento volontario dei biglietti è ormai consolidato e accettato dai visitatori. Molti sponsor e partner utilizzano il festival come piattaforma per gli eventi con clienti. Le installazioni di arte luminosa nel centro storico di Bressanone, nel Castel Sant’Angelo dell’Abbazia dei Canonici di Novacella e nel Forte di Fortezza sono state aperte fin dall’inizio dell’evento. Da venerdì 13 maggio (e fino all’11 giugno), l’installazione dell’artista finlandese della luce Kari Kola alle Cascate di Stanghe, nei pressi di Racines, arricchirà il programma del festival di quest’anno.

Per la seconda metà dell’evento sono previste ulteriori novità e modifiche artistiche di contenuto. “Quest’anno abbiamo prolungato di una settimana il Brixen Water Light Festival ©: le installazioni nel centro storico saranno illuminate per 24 sere. Alcuni aggiustamenti sono quindi necessari e normali”, spiega Zanotti. Ad esempio, il muro di plastica dell’artista altoatesino Kuno Prey è stato smontato per motivi igienici e sostituito da un muro simbolico di uguali dimensioni fatto di balle di paglia. Questo “muro invisibile” racconta un’altra storia: Solo la plastica pulita e senza residui di cibo può essere riutilizzata come materia prima. Quasi il 40% della plastica raccolta non può essere ulteriormente riciclata a causa dell’eccessiva contaminazione (compresi i rifiuti alimentari) e finisce quindi nell’impianto di incenerimento dei rifiuti. In consultazione con l’artista della luce e come segno di un uso sensibile delle risorse naturali l’installazione di arte di luce di Kari Kola “Sounds of the River” presso il ponte Widmann sarà ridotta da 3 ore a 1 ora per sera, dalle 22.00 alle 23.00.

In occasione della Giornata Internazionale della Luce e del Water Light Festival, si terrà a Bressanone l’ILO Meeting con quasi 20 festival internazionali di arte della luce provenienti da tutta Europa per discutere l’importante tema della sostenibilità nei festival della luce.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com