Ultime Notizie

Appalto trasporto pubblico locale, dimenticati i lavoratori delle pulizie, protestano i Sindacati

3 Maggio 2022

author:

Appalto trasporto pubblico locale, dimenticati i lavoratori delle pulizie, protestano i Sindacati

“Chiediamo che si apra un confronto immediato”: questa la richiesta delle organizzazioni sindacali Filcams, Fisascat e Uiltrasporti dell’Alto Adige. Sono a rischio circa 60 lavoratori dei servizi di pulizia, coinvolti nel cambio gestione del trasporto pubblico locale.
La Provincia, fanno presente, ha infatti dimenticato di inserire nel bando di gara i lavoratori che si occupano della pulizia e della sanificazione degli autobus pubblici.
Come ricordano i sindacati, lo scorso autunno sono iniziate le aggiudicazioni dei dieci lotti in cui è stato diviso il trasporto pubblico in Alto Adige. Le organizzazioni sindacali denunciano che le imprese subentrate alla società Sad non hanno assunto i lavoratori dei servizi di pulizia. Motivo per cui chiedono ora l’applicazione e il rispetto della clausola di salvaguardia occupazionale, prevista dalla legge sulla mobilità, dalla legge sugli appalti e dal contratto collettivo nazionale di lavoro.
I sindacati riferiscono di una situazione insostenibile con autisti costretti a svolgere direttamente le pulizie e il rifornimento dei mezzi.
Di recente, a seguito della convocazione alla direzione territoriale del lavoro, le parti sociali si aspettavano un’assunzione di responsabilità da parte della Provincia, in qualità di appaltante dei servizi, ma così non è stato, visto che l’ente non si è neppure presentato all’incontro.
Non è giusto che, negli scontri tra lobby e politica, ci rimettano i lavoratori e le loro famiglie. Si tratta di operaie e operai con contratto a tempo pieno e indeterminato anche da oltre vent’anni. Sia che sia stata una dimenticanza o un abbattimento dei costi di servizio, chiediamo che la situazione venga risolta. Questi lavoratori purtroppo sono invisibili, ma essenziali, soprattutto in tempi in cui una fetta importante delle risorse degli enti pubblici dovrebbe essere investita per proteggere i cittadini da rischi epidemiologici”, concludono i sindacati in una nota congiunta.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com