Cultura & Società Ultime Notizie

“A casa allo zoo: Homelife e The Zoo Story” è il titolo del dittico che verrà presentato sotto forma di Studio nella Sala Prove del Comunale di Bolzano

21 Maggio 2022

author:

“A casa allo zoo: Homelife e The Zoo Story” è il titolo del dittico che verrà presentato sotto forma di Studio nella Sala Prove del Comunale di Bolzano

Mentre FUORI! a Bolzano è ai nastri di partenza, scalda i motori anche l’ultimo appuntamento di Wordbox per la stagione 2021/2022 che verrà presentato in Sala Prove del Comunale di Bolzano da domani, domenica 22 a mercoledì 25 maggio alle 18.00.  Si tratta di un primo studio per lo spettacolo “A CASA ALLO ZOO” testo di Edward Albee per la regia di Bruno Fornasari.
e interpretato da Tommaso AmadioValeria PerdonòMichele Radice per il Teatro Filodrammatici di Milano Viola Produzioni.

“Le persone forzate all’isolamento desiderano interazioni sociali in modo simile a quello in cui un affamato si mette in cerca di cibo”. Così una ricerca curata dal MIT di Boston sintetizza gli effetti della “bolla sociale” che ha avvolto le persone come conseguenza del distanziamento e delle raccomandazioni a non frequentarsi in presenza. Questo desiderio d’interazione sociale prende quindi i connotati di un bisogno radicale quanto quello di nutrirsi, un bisogno di uscire dalla bolla sociale che, come una gabbia, ci ha costretto alla solitudine o alla convivenza forzata. Questo il tema principale che esplode nel dittico “A casa allo zoo: Homelife e The Zoo Story”, opera composta di due atti unici messi in dialogo da Albee a distanza di quasi cinquant’anni uno dall’altro. «Potente e divertente! L’eccezionale revival di questo dittico del grande drammaturgo dimostra che non c’è luogo dove non avrebbe coraggio di inoltrarsi» ha dichiarato il New York Times a proposito della messa in scena del testo nel 2018 al Signature Theater.

Tutto accade in una tranquilla domenica di primavera a New York. In “Homelife”, Peter, editore di successo, è sprofondato nella lettura di un libro da pubblicare quando la moglie gli si avvicina e pronuncia una frase innocua quanto minacciosa: “dovremmo parlare”. Il matrimonio che Peter pensava stesse “navigando piacevolmente su una barca inaffondabile”, con due figlie, due gatti e due pappagallini rischia di venir sommerso dal diluvio di insoddisfazione e senso di claustrofobia che la moglie Ann gli palesa con ironia disarmante. Lui che credeva di essere il maschio alfa

della famiglia scopre d’essere più paragonabile ad una pianta ornamentale che se ne sta in un angolo, senza disturbare, in attesa d’essere innaffiata. Decide allora di stare da solo e per fare i conti con questa nuova definizione di sé, uscire e continuare la lettura al parco.

Qui inizia The Zoo Story. Peter è seduto su una panchina a leggere e viene avvicinato da Jerry, un tipo strano, dall’aria trasandata ma non sporca, dall’atteggiamento invadente ma non aggressivo. Jerry viene dai bassifondi, vive in periferia ed è tutto quello che Peter non è mai stato. Ma Jerry sembra anche essere quello di cui Ann avrebbe desiderio, un uomo ruvido, volitivo, forte. Tra i due inizia un dialogo apparentemente innocuo. Jerry vuole solo raccontare una cosa che gli è successa allo zoo, ma non fa altro che intromettersi sempre di più nella vita di Peter fino a parlare di sua moglie Ann. Il dialogo tra i due diventa sempre meno civile con Jerry che, con un raptus di violenza, spintona Peter a terra e s’impossessa della panchina. Per Peter il gesto è intollerabile… L’abilità di Albee è quella di saper spiazzare lo spettatore senza tradirne le aspettative. I due testi, scritti  a cinque decenni di distanza tra loro, si completano perfettamente e sono ancora tragicamente attuali.

I biglietti per Wordbox si possono acquistare on-line sul sito teatro-bolzano.it, sulla App Teatro Stabile di Bolzano (iOs e Android). Nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima della rappresentazione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com