Cultura & Società Ultime Notizie

Un anno e 7.500 cose

20 Aprile 2022

author:

Un anno e 7.500 cose

Il progetto di riciclaggio olistico “REX – Materiali e cose” a Bressanone ha festeggiato ieri  il suo primo compleanno. 

REX – Materiali e cose è la migliore invenzione degli ultimi anni, ha detto recentemente un cliente a Julia Vontavon. Julia Vontavon è la direttrice del progetto di riciclaggio olistico REX in Via St.-Josef, 1 a Bressanone. È stato aperto un anno fa.  Nel primo anno della sua esistenza, il compito era quello di raccogliere materiali e di sistemarli nella sala, stabilire contatti con clienti e donatori e far conoscere il progetto di riciclaggio. Fondata un anno fa dalla Casa della Solidarietà e dall’organizzazione OEW per un mondo solidale, la nuova cooperativa di cittadini di Bressanone b*coop gestisce ora il progetto di 240 metri quadrati nell’ex caserma Schenoni a Bressanone. REX è un magazzino di materiali per legno, tessuti, materiali edili e artigianali. Ci sono utensili per la cucina, mobili, articoli sportivi e per il tempo libero, gioielli, seggiolini per auto, libri e molto altro. I materiali possono essere consegnati gratuitamente al REX e quindi rimangono in uso più a lungo. Gli interessati possono portarli via per una donazione. Fin dall’inizio, REX ha avuto anche uno scaffale per la condivisione del cibo. Il progetto di riciclaggio è aperto cinque giorni alla settimana.

L’obiettivo di REX – Materiali e cose è quello di raccogliere attrezzature funzionali, dare loro spazio e visibilità, e trasmettere gli oggetti quotidiani ricevuti gratuitamente in buone condizioni in cambio di una donazione. La vita dei materiali viene così prolungata e si risparmiano risorse, spiega Julia Vontavon.

Circa un quarto dei 240 metri quadrati del progetto di riciclaggio REX – Materiali e cose è utilizzato come deposito di materiali per legno, tessuti, materiali edili e artigianali, mentre la metà del capannone è riservata a forniture per la cucina, stoviglie e decorazioni, oltre a mobili come divani, sedie, lampade, cesti e tavolini. C’è un angolo separato per gli accessori da giardino, così come una grande selezione di borse, articoli sportivi e per il tempo libero, giochi da tavolo, peluche, asciugamani, lana, gioielli, seggiolini auto e letti per bambini. In una stanza separata, c’è una biblioteca con centinaia di libri da portare via gratuitamente, e il cibo è anche disponibile sullo scaffale del foodsharing e nel frigorifero.

La direttrice Julia Vontavon si diletta con un armadio ad angolo Biedermeier, un organo degli anni ’70, carrozzine degli anni ’60, piastrelle dei tempi passati e molte altre cose e oggetti. “Il gusto è il gusto”, dice. Agli occhi di alcuni, le cose che si suppone siano senza valore spesso trovano nuovi usi e benefici. Julia Vontavon ha sperimentato che “quando i clienti rinfrescano i ricordi d’infanzia, apprezzano il valore dei materiali esistenti e trovano le stoviglie mancanti nel REX, per esempio, ne sono molto felici”. Vuole incoraggiare le persone ad essere felici di ciò che hanno dato via e a non pensare a cose nuove nello stesso momento. “Meno è più”, dice. Ciò che viene scartato non deve essere sostituito da nuovi acquisti. In futuro, la direttrice del REX vorrebbe proporre un “accordo volontario” alle persone che portano oggetti: Coloro che consegnano qualcosa al REX confermano con la loro firma che si asterranno dall’acquistare lo stesso prodotto nei prossimi mesi. Un nuovo acquisto contraddirebbe completamente l’idea del REX di dare più valore alle cose e agli oggetti, permettendo loro di vivere più a lungo e riducendo il forte consumismo. Pertanto, Julia Vontavon consiglia di comprare poco, ma di comprare cose buone e di farlo con attenzione.

Nel suo primo anno di attività, REX – Materiali e cose è stato aperto 225 giorni, con una media di 34 articoli e materiali che passavano di mano ogni giorno di apertura. Dieci imprese portano regolarmente materiali al REX e li salvano dalla pattumiera. Dal 19 aprile 2021, un totale di circa 7.500 oggetti sono passati attraverso il bancone di REX, per esempio più di 200 mobili e 114 kg di vetro, senza includere libri e cibo.

Quattro stagisti hanno lavorato al REX nel suo primo anno di esistenza, dieci persone sono attualmente volontarie, un asilo ha sottoscritto un abbonamento di materiale con REX, diversi workshop ed eventi pubblici sullo smaltimento dei rifiuti e il riciclaggio hanno avuto luogo negli ultimi dodici mesi.

Il progetto di riciclaggio REX – Materiali e cose è aperto lunedì, martedì, mercoledì e venerdì nel pomeriggio, ed in più martedì e sabato al mattino. Il progetto di riciclaggio può essere raggiunto per telefono al +39 328 1166 771. Per maggiori informazioni, visitate la nostra homepage: www.rex-bx.it.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com