Cronaca Ultime Notizie

Tirocini extracurriculari, le restrizioni preannunciate dal Governo rischierebbero di penalizzare tirocinanti e aziende

19 Aprile 2022

author:

Tirocini extracurriculari, le restrizioni preannunciate dal Governo rischierebbero di penalizzare tirocinanti e aziende

Il Ministero del Lavoro ha annunciato che entro giugno 2022 verranno emanate nuove linee guida in materia di tirocini extracurriculari per contrastarne l’uso distorto e ridurre la platea a chi ha effettivamente bisogno di formazione. Per quanto giusta, dall’altra parte tale misura andrebbe a discapito sia dei tirocinanti, che non avrebbero la possibilità di fare rete, sia delle aziende, le quali verrebbero private di un contatto diretto con potenziali collaboratori e collaboratrici. La Camera di commercio di Bolzano sottolinea l’importanza dei tirocini in quanto ponte tra due mondi che si completano a vicenda.  
Il tirocinio si configura come un periodo di orientamento e offre l’opportunità di svolgere un percorso formativo presso aziende pubbliche o private con l’obiettivo di facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Esistono due diverse tipologie di tirocini: quello curriculare, incluso in un percorso di formazione e promosso da Università, scuole ed enti di formazione e quello extracurriculare, che invece favorisce l’inserimento in un contesto lavorativo a seguito di un percorso formativo. Entrambe le tipologie favoriscono l’inclusione lavorativa e fungono da bussola per costruire la forza lavoro del domani.
Il Ministero del Lavoro ha introdotto nella Legge di Bilancio 2022 delle misure per arginare il fenomeno di uso improprio dei tirocini extracurriculari da parte di alcune aziende che, pur di beneficiare degli incentivi previsti, ne reiterano l’utilizzo alterandone così il senso originario. Per tale motivo è prevista l’adozione da parte del Governo, delle regioni e delle Province autonome di Trento e di Bolzano, di un accordo per la definizione di linee guida, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge stessa.
“La Camera di commercio di Bolzano si impegnerà, nell’ambito delle sue competenze, affinché le aziende altoatesine non abbiano ripercussioni negative qualora le misure preannunciate dovessero essere attuate. Rincresce pensare che per il comportamento scorretto di pochi, debbano rimetterci tutte le aziende”, afferma Michl Ebner, Presidente della Camera di commercio di Bolzano.

Foto, tirocinio/c-Corbis

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com