Politica Ultime Notizie

Bolzano. Promozione delle donne, meno parole più concretezza

20 Aprile 2022

author:

Bolzano. Promozione delle donne, meno parole più concretezza

Il disegno di legge del Team K riguardante le misure per la parificazione e la promozione delle donne è stato respinto oggi, 20 aprile 2022, dalla prima commissione legislativa del Consiglio provinciale. Magdalena Amhof (SVP) ha motivato l’esito del voto con il fatto che attualmente si sta lavorando al piano d’azione per la parità e che solo in un secondo momento sono previste modifiche normative. “Questa è la prova che chi governa la nostra provincia si riempie la bocca di belle parole, ma dimostra scarsa intenzione di intervenire con azioni concrete”, è il severo commento prima firmataria del disegno di legge Maria Elisabeth Rieder che ritiene farsesco il fatto che tra due giorni ci saranno enfatiche dichiarazioni in tutto l’Alto Adige in occasione dell’Equal Pay Day.
“Il lavoro al piano d’azione per la parità durerà almeno fino alla metà del 2023, in autunno ci saranno le elezioni provinciali e ci vorranno almeno due o tre anni prima che vengano apportate modifiche normative. Ho voluto proporre misure concrete già ora, ed è per questo che ho presentato questo disegno di legge quasi un anno fa ma – come spesso accade – le proposte dell’opposizione vengono semplicemente respinte” ha commentato Rieder.
Il fulcro di questo disegno di legge è il superamento del divario retributivo di genere attraverso varie misure. Per esempio, le aziende che combattono attivamente il divario retributivo di genere dovrebbero beneficiare di una riduzione dell’IRAP. In tutti gli appalti pubblici, si dovrebbero anche introdurre parametri che diano un trattamento preferenziale a queste aziende. Inoltre, il disegno di legge contiene misure specifiche per reintegrare le donne nel mercato del lavoro. “Sappiamo che nei primi tre anni di vita del proprio figlio in Alto Adige, circa 1000 donne lasciano il mercato del lavoro ogni anno. Si tratta di donne con una vasta gamma di qualifiche. Per alcune di loro non è facile rientrare al lavoro dopo anni di maternità. Pertanto, il nostro disegno di legge prevede iniziative specifiche, corsi di formazione e di riqualificazione e sostegno per le donne che vogliono tornare nel mercato del lavoro, afferma Rieder. Un “info point” ad hoc nei centri di impiego dovrebbe attuare questa misura a favore delle donne.
Un primo passo importante per questo ddl era stata l’audizione organizzata nell’autunno del 2021. I e le rappresentanti di associazioni, categorie economiche, associazioni femminili attive nel sociale e del mondo accademico sono stati invitati e hanno fornito informazioni utili per la redazione del ddl. “Ho contattato i partecipanti e ho chiesto loro suggerimenti concreti da inserire nel documento, che poggiava su un ampio consenso. Sorprende quindi ora il parere negativo – tra gli altri – di Ulrike Oberhammer, presidente della Commissione pari opportunità, e del presidente Kompatscher, che ha la delega alle pari opportunità”, dice Rieder.

Foto. Maria Elisabeth Rieder

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com