Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. Mercatino di Pasqua, l’evento più colorato dell’anno

12 Aprile 2022

author:

Bolzano. Mercatino di Pasqua, l’evento più colorato dell’anno

Ripartire e rinascere. Parole che abbiamo sentito spesso in questi mesi difficili, sospesi a metà tra speranza a retorica. La primavera, tuttavia, è considerata la stagione delle nuove nascite fin dai tempi antichi e l’Azienda di Soggiorno di Bolzano ha deciso di crederci decisamente portando nel cuore della città, piazza Walther, il Mercatino di Pasqua “Spring in the City”. L’evento che possiamo definire senza dubbio come il più colorato dell’anno nel capoluogo altoatesino.
Apertura il 14 aprile e chiusura il 18 aprile (Pasquetta) per un totale di cinque giornate a disposizione di una ventina di espositori che proporranno al pubblico prelibatezze altoatesine, prodotti artigianali e piccole opere artistiche. Non solo, ogni giorno si potranno incontrare in piazza le contadine altoatesine che coinvolgeranno le famiglie con una serie di laboratori creativi che insegneranno ai partecipanti a costruire con le proprie mani decorazioni pasquali e piccoli oggetti. Tutto usando solo materiali naturali e tanta cultura popolare e tradizionale. La giostra e il trenino, invece, incanteranno sicuramente i bambini. La musica e la gastronomia occuperanno una parte importante della manifestazione con spettacoli dal vivo e un appuntamento con il gusto di grande livello. Il giorno di Pasquetta dalle 11 alle 14, infatti, in programma troviamo lo Show Cooking orchestrato da Angelo Carrillo (presidente della Condotta altoatesina di Slow Food) con gli chef Herbert Hintner (del Gasthaus Osteria Platzegg di Appiano), Filippo Sinisgalli (Zur Kaiserkron di Bolzano), Daniel Hintner (Zur Rose di Appiano) e Matteo Taccini (Restaurant Laurin di Bolzano). Focus sulle ricette tipiche pasquali sia della cultura altoatesina sia di quella italiana.
La manifestazione si aprirà giovedì 14 aprile con la musica live De Cater alle ore 11 e il laboratorio che sarà dedicato alla creazione dei coniglietti pasquali utilizzando diversi oggetti a disposizione.
Venerdì Santo con il palco affidato al Gruppo Mandolinistico Euterpe che ha una tradizione davvero lunghissima se si considera che l’anno della sua fondazione è il 1947. Oggi è l’unica orchestra a plettro della regione. La loro musica addolcirà piazza Walther dalle ore 11 mentre dalle 10 alle 18 torna il laboratorio dedicato alla creazione di pulcini di feltro da adagiare sui rami delle vigne.
Che Pasqua sarebbe senza la caccia alle uova? La più classica delle tradizioni troverà ovviamente spazio anche a Spring in the City in piazza Walther per iniziative delle contadine altoatesine e il loro laboratorio creativo dalle 10 alle 18. Oltra alla ricerca spasmodica delle sorprese si potrà imparare a creare dei conigli con il fieno. La musica dalle 11 sarà affidata all’Evi Mair Quartet con il suo inconfondibile jazz.
Il combattimento con le uova renderà spumeggiante la Pasqua di piazza Walther dalle 13 alle 18 con il laboratorio delle contadine altoatesine che arricchirà la giornata con la creazione delle galline di fieno. Attenzione perché sarà anche una domenica danzante con lo Swinin’ Ciccioli Trio ad animare il palco dalle ore 15.
Pasquetta sarà la giornata conclusiva di Spring in the City ma anche la più intensa. La musica sarà quella dei Tire Bouchon alle 14.45 mentre il laboratorio creativo sarà impegnato nella costruzione di coroncine di fieno dalle 10 alle 17.

Il cuore della piazza se lo prenderà anche la gastronomia con i due show cooking presentati da Angelo Carrillo, presidente della Condotta Slow Food Alto Adige. Dalle 11 alle 14 sarà “arbitro” della sfida tra Herbert Hintner e Filippo Sinisgalli mentre dalle 17 alle 18.30 toccherà a Daniel Hintner di fronte a Matteo Taccini. Al centro della contesa le ricette che affondano le proprie radici nella tradizione pasquale altoatesina e italiana.
Quasi ogni materia prima avrà un suo rappresentante in un Mercatino che è stato costruito con grande equilibrio e ricerca dell’originalità. Senza scordare quelli che sono prodotti da sempre nell’immaginario collettivo della Pasqua e di Bolzano come le uova di cioccolato, le colombe, i formaggi di malga, la birra artigianale o lo speck. Passeggiando tra le casette sarà possibile scoprire gioielli in vetro, monili di ottone, creazioni di lana, decorazioni in carta, cuscini di semi, carillon, quadretti, candele prodotte a mano, olii essenziali, targhe di legno personalizzabili ma anche manufatti realizzati direttamente sui telai utilizzando materiali pregiati come seta, lino, eucalipto o bamboo. Identico discorso per gli artigiani della pelle e del cuoio che lavoreranno direttamente in piazza svelando qualcuno dei loro affascinanti segreti.
Particolarmente importanti per il messaggio culturale che portano con sé saranno i banchetti che proporranno quadri o specchietti realizzati con materiale di recupero ma anche l’oggettistica legata alla tradizione pasquale popolare tirolese. Affascinanti, inoltre, le sculture luminose in metallo o carte vegetali che rimandano alla straordinaria capacità dell’uomo di creare bellezza dal poco. l tutto senza dimenticarsi di due elementi distintivi di qualsiasi festa: i fiori e lo spumante. Altoatesini, chiaro.
L’evento è realizzato con il patrocinio del Comune di Bolzano, in collaborazione con SIGNA Waltherpark, Spezialbier-Brauerei Forst e Cassa di Risparmio.

Mercatino di Pasqua©ast-Guadagnini Piazza Walther

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com