Cultura & Società Ultime Notizie

L’Europa e le sanzioni contro Putin, cosa cambia nelle nostre vite e sul nostro futuro

23 Marzo 2022

author:

L’Europa e le sanzioni contro Putin, cosa cambia nelle nostre vite e sul nostro futuro

Anche l’economia dell’Europa va alla guerra, la guerra di Putin contro l’Ucraina. L’Unione europea ha già approvato quattro pacchetti di sanzioni contro la Russia per mettere in difficoltà il regime e contribuire, così, alla difesa degli ucraini aggrediti. A questa decisione dell’Ue senza precedenti e di portata storica, e alle sue ripercussioni sull’Italia e sul mondo, Federico Guiglia ha dedicato i “Dialoghi” di marzo dell’Accademia di Merano, incontrando e intervistando in video-conferenza (già caricata su Youtube https://youtu.be/Gq2czP_gGTk e su Facebook https://www.facebook.com/akademiamerano/videos/2394316680708902) l’economista e grande esperta di politiche europee Antonia Carparelli, che insegna all’Università Lumsa di Roma e ha lavorato con funzioni dirigenziali alla Commissione Europea dal 1993 al 2021.

“A condizionare il nuovo scenario è il fattore dell’impalpabile incertezza sull’economia sull’onda del drammatico conflitto in corso”, spiega l’esperta. “E l’incertezza, diceva Keynes, è la nostra ignoranza del futuro. Ma già oggi possiamo prevedere che solo l’inflazione ci costerà almeno mezzo punto di Pil. Non credo a una vera e propria recessione pur da alcuni prospettata. Ma alla fine questa guerra sciagurata avrà effetti sulla crescita e sull’occupazione”. Al punto da dover riscrivere il Pnrr, il piano nazionale per la ripresa che fu elaborato dopo un’altra guerra, quella contro il Covid? “L’impianto è ancora valido perché è stato pensato in un’ottica di medio e lungo periodo col 37 per cento delle spese destinate alla questione dei cambiamenti climatici e il 22 alla modernizzazione digitale”, risponde la studiosa. “Il Pnrr non è obsoleto, ma va reso più attuale, adattando tempi, condizioni e obiettivi realistici alla luce del nuovo contesto”.

Secondo Antonia Carparelli la risposta unitaria dell’Ue deve ora portare a un processo di integrazione europea sulla difesa e la politica estera, sulla gestione dei rifugiati con regole comuni e sull’autonomia strategica dell’energia. “Per consolidare i valori occidentali la realtà farà emergere di fatto la triangolazione di Germania, Francia e Italia, i Paesi con maggior peso”, sottolinea. “Alla Germania ci lega anche la grossa dipendenza dal gas russo e l’industria manifatturiera molto integrata”. Dopo la grande prova dell’Ue, che ha reagito all’unisono con le sanzioni contro Putin, Carparelli crede “in un’Italia più europea e in un’Europa più italiana” per l’Unione europea in cammino.                    

  • Titolo: Dialoghi Merano: “L’economia va alla guerra”. F. Guiglia intervista l’economista Antonia Carparelli
  • Organizzatore: Accademia Merano (www.meran.academy, info@adsit.org), EUPHUR
  • Data: Intervista del 17/03/22 in lingua italiana
  • Luogo dell‘evento:

https://youtu.be/Gq2czP_gGTk

https://www.facebook.com/akademiamerano/videos/2394316680708902

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com